Birra a rischio: tutta colpa dei cambiamenti climatici?

Cattive notizie per gli amanti della birra. La produzione di questa bevanda potrebbe diminuire a causa dei cambiamenti climatici.

Birra

Cattive notizie per gli amanti della birra. Un nuovo studio rivela che le gravi siccità e le temperature sempre più estreme causeranno una riduzione dei raccolti di orzo, e quindi una diminuzione della produzione di questa tanto amata bevanda.

Tutta colpa dei cambiamenti climatici, secondo il nuovo studio pubblicato su Nature Plants e condotto dai membri della Peking University di Pechino e della University of East Anglia (GB), secondo cui proprio a causa di queste rivoluzioni del clima, fra alcuni anni la birra potrebbe diventare una bevanda sempre più rara e costosa.

Questo perché l’ingrediente principale per produrre la birra, ovvero l’orzo, è estremamente sensibile agli eventi meteorologici, quindi minore sarà il raccolto, minore sarà l’orzo destinato alla produzione di questa bevanda.

Gli autori dello studio ritengono che a causa di riscaldamento globale e cambiamenti del clima, la perdita nella produzione di orzo potrebbe oscillare dal 3% al 17%, in base alla gravità degli eventi atmosferici, e tutto ciò comporterà una riduzione delle scorte destinate alla produzione della birra, portando quindi a una minor disponibilità di questa bevanda, e a un considerevole aumento del prezzo.

Gli esperti ritengono inoltre che uno dei Paesi che saranno maggiormente colpiti da questo problema potrebbe essere l’Irlanda, dove nella peggiore delle ipotesi il prezzo della birra potrebbe aumentare tra il 43% e il 338% entro il 2099.

via | AdnKronos
Foto da iStock

  • shares
  • Mail