Gravidanza, igiene orale professionale ogni tre mesi per la salute di denti e gengive

Bisogna prenotare almeno due sedute di igiene orale professionale per la salute di denti e gengive in gravidanza.

In gravidanza bisogna prendersi cura della propria persona con maggiore attenzione. Tra le zone più vulnerabili del corpo, c’è la bocca, nello specifico denti e gengive. Molte donne, nel corso dei nove mesi, non vanno dal dentista per paura che i trattamenti possano in qualche modo disturbare il feto. In realtà, è importante fare controlli in gestazione proprio a titolo preventivo.

Quali sono i rischi per denti e gengive? Il progesterone e il estradiolo nel sangue mettono a rischio infezioni le gengive. E non è tutto, perché l’incremento degli estrogeni aumenta anche il volume di sangue circolante nell’organismo, per cui le gengive possono apparire più spesse e con una maggior tendenza al sanguinamento. Questa però non può essere una giustificazione al sangue che notate a ogni lavaggio: le mucose orali non devono sanguinare. Potreste a vere a che fare con la “gengivite gravidica”.

Attenzione inoltre alla parodontite, che è un’infezione che colpisce il parodonto, l’insieme di strutture preposte a sostegno dei denti. Questa patologia, se non trattata, porta inevitabilmente nel tempo alla perdita dei denti, causato dal restringimento delle gengive. Quali sono i sintomi? Alitosi, sanguinamento delle gengive, abbassamento delle stesse, mobilità dei denti e sensibilità al caldo e al freddo.

È dunque molto importante lavarsi bene i denti, passare il filo e fare delle sedute di igiene professionale e di controllo (un paio nei corso dei novi mesi).

Via | Bimbisaniebelli

  • shares
  • Mail