Integratori di curcuma dannosi per il fegato? Ecco cosa c'è da sapere

La curcuma potrebbe essere potenzialmente dannosa per la nostra salute, in particolare quella del fegato

Integratori curcuma pastiglie

I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista medica BMJ Case Reports pochi giorni fa, suscitando un misto di allerta e preoccupazione in chi assume integratori e si affida alla medicina naturale per il proprio benessere psico-fisico.

Di cosa parliamo? Di un particolare caso medico che avrebbe portato ad attribuire alla curcuma alcuni poteri negativi nei confronti della salute umana, soprattutto a livello epatico. Ma facciamo un po' di chiarezza in merito e partiamo da principio.

L'articolo apparso su BMJ Case Reports analizza la condizione di una donna di 71 anni, abituata ad assumere quotidianamente circa 20 tipi di integratori e farmaci per la sua salute cardiaca. La signora, dopo otto mesi di assunzione, facendo i normali esami del sangue, si è trovata a fare i conti con livelli di enzimi epatici fuori dal normale.

La donna aveva sviluppato un'epatite autoimmune, condizione che l'ha messa a rischio di cirrosi del fegato e infine a insufficienza epatica. La correlazione con la curcuma però non è stata immediata, visto che la signora aveva inizialmente taciuto al personale ospedaliero l'assunzione di questo integratore.

Dopo tre mesi di stop dall'uso di questo supplemento, magicamente i valori enzimatici erano tornati nel range normale. Secondo uno dei medici che ha stilato il rapporto: "Una sostanza che sembrava curcuma era stata effettivamente osservata nelle aree colpite da danno epatico, ma di fatto non siamo stati in grado di determinare con certezza se fosse curcuma".

Ora, che la donna in questione si sia ammalata per la curcuma in sé, per eventuali eccipienti all'interno degli integratori, per un mix disastroso dei suoi supplementi e medicinali o semplicemente perché magari non ha seguito alla lettera le indicazioni del foglietto illustrativo, eccedendo con dosi e tempi di assunzione, non è dato sapere.

La morale della favola però, resta sempre la stessa, che la curcuma sia effettivamente colpevole dei danni al fegato della signora 71enne o no. Attenzione agli integratori, che non andrebbero mai assunti se non dietro suggerimento di un professionista, con dosi e uso nel tempo corretti.

Spesso si pensa che tutto ciò che non prevede ricetta medica e che si trova sugli scaffali di un supermercato ben fornito sia privo di effetti collaterali. Invece i rimedi green possono riservare anche brutte sorprese se consumati in modo scorretto.

Se pensate che persino le mele, il frutto che toglie il medico di torno, possono essere protagoniste di allergie e intolleranze. Non si può sottovalutare mai niente che riguardi la nostra salute.

Via | Prevention
Foto | iStock

  • shares
  • +1
  • Mail