Aborto, le donne possono assumere a casa la pillola abortiva in Scozia, Galles e Inghilterra

In Scozia, Galles e Inghilterra, le donne nelle prime 10 settimane di gestazione possono assumere a casa la pillola per aborto farmacologico.

Aborto spontaneo

C’è grande fermento in Scozia, per la decisione di Nicola Ferguson Sturgeon, alla guida del Governo, che ha confermato che le donne possono assumere la pillola abortiva a base di misoprostolo anche in contesto domestico. Ovviamente le organizzazioni pro-life temono che questa possibilità favorisca gli aborti e metta a rischio la vita dei nascituri e delle loro mamme.

La Società per la protezione dei bambini non nati (Spuc) ha presentato a Edimburgo nei giorni scorsi i suoi documenti per impugnare la decisione di un giudice che ha sostenuto il governo della Scozia nella decisione di consentire aborti fatti da soli in casa.

"Hanno esposto l'illegittimità delle azioni intraprese dal governo scozzese in violazione della legge ma la sentenza è stata sfavorevole. Adesso faremo appello contro la decisione. Lo dobbiamo ai nostri ai nostri sostenitori".

Ha dichiarato John Deighan, direttore esecutivo di Spuc Scotland. È in Italia? Nel nostro Paese l’assunzione a casa di misoprostolo come

farmaco abortivo

(spesso usato con mifepristone o metotrexato) non è consentito. Il misoprostolo, usato per gli aborti auto-indotti, è spesso associato a complicazioni più alte rispetto agli aborti chirurgici e sotto controllo medico.

Nel Regno Unito, dopo Scozia e Galles, ora anche in Inghilterra si può assumere a casa questa pillola abortiva. A darne notizia è stato il governo britannico sabato 25 agosto. Secondo il nuovo regolamento, che entrerà in vigore entro la fine di quest’anno, le donne desiderano interrompere una gravidanza nelle prime 10 settimane devono assumere due pillole, mifepristone e misoprostolo.

Via | Il Giornale

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail