Giornata Mondiale della Fisioterapia: i consigli per ottenere i massimi benefici

Oggi è la Giornata Mondiale della Fisioterapia, e in questa particolare occasione vogliamo condividere con voi i segreti per trarre i migliori benefici per la nostra salute.

Giornata Mondiale della Fisioterapia

Oggi, 8 Settembre 2018, è la Giornata Mondiale della Fisioterapia, e proprio in questa particolare occasione vogliamo segnalarvi i segreti e i consigli più efficaci per trarre tutti i benefici per la vostra salute. L'obiettivo di questa giornata è infatti quello di far comprendere quanto sia importante la fisioterapia nella vita di tutti noi. Secondo l’AIFi, Associazione Italiana dei Fisioterapisti, solo nel nostro Paese sono infatti oltre 2 milioni le persone che ogni anno si affidano a un professionista. Ma quali saranno esattamente le patologie che richiedono l’intervento del fisioterapista?

La fisioterapia viene impiegata nella cura di patologie reumatiche, come ad esempio l’artrosi, l’artrite reumatoide e la fibromialgia, ma anche per il trattamento di stiramenti, strappi, distorsioni, contusioni, tendinopatie e lombalgia, malattie neurologiche, tunnel carpale, piede piatto, scoliosi, e molte altre condizioni.

La tecnologia ha inoltre reso ancor più efficace il lavoro del fisioterapista, grazie alla progettazione di tecniche avanzate, come la terapia laser, che grazie all’emissione di un mix di lunghezze d’onda personalizzabili stimola la proliferazione dei fibroblasti, e favorisce la produzione di collagene, per rimodellare i tessuti e migliorare le possibilità di guarigione.

Ma fatta questa premessa, come fare a ottenere i migliori benefici dalla fisioterapia? A svelarcelo sono stati gli esperti del settore, che hanno stilato una lista di consigli da tenere sempre bene a mente. Scopriamo insieme di quali si tratta:


  1. Affidarsi alla persona giusta, un professionista che abbia ottenuto almeno la laurea triennale in fisioterapia

  2. Essere certi che il fisioterapista sia aggiornato sulle nuove tecniche e sui metodi di trattamento più innovativi

  3. Assicurarsi che il fisioterapista frequenti dei corsi di formazione e perfezionamento

  4. Richiedere un’approfondita diagnosi e regolari valutazioni, per verificare i progressi fisici ottenuti

  5. Non aspettare che il dolore diventi invalidante prima di rivolgersi al fisioterapista

  6. Non perdere la pazienza: certe condizioni richiedono tempi lunghi per migliorare

  7. Seguire le istruzioni e i consigli del fisioterapista per una migliore guarigione, ed eseguire gli esercizi consigliati dal professionista

  8. Cercare di avvalervi delle più avanzate metodiche e tecnologie disponibili in campo medico

  9. Condurre uno stile di vita sano e attivo, e seguire una dieta sana ed equilibrata.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail