Violenza sugli operatori sanitari, la campagna dei medici italiani

I medici italiani lanciano una campagna per dire basta alla violenza sugli operatori sanitari.

Contoro la violenza sugli operatori sanitari, la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Fnomceo) e l'Ordine di Bari hanno promosso una campagna, che verrà presentata nel capoluogo pugliese il prossimo 13 settembre, proprio nella Giornata contro la Violenza verso gli Operatori Sanitari. La campagna, dedicata alla memoria di Paola Labriola (psichiatra barese uccisa nel settembre del 2013 da uno dei suoi pazienti), sarà presentata di fronte al Ministro della Salute Giulia Grillo.

La campagna "Prima di aggredire, pensa" partirà da Bari e poi arriverà anche in altre province, per dire basta alla violenza sugli operatori della Sanità. I cartelloni sono già stati affissi in questi giorni per contrastare un fenomeno che purtroppo è in continua crescita, soprattutto nelle strutture mediche di urgenza e di primo soccorso o di continuità assistenziale.

Filippo Anelli, presidente Fnomceo e dell'Ordine di Bari, spiega che la campagna

fa parte di una più ampia azione culturale di 'riconciliazione' con i cittadini che insieme ai medici sono le vittime delle inefficienze del sistema sanitario. Per contrastare la violenza non basta rendere più sicuri i luoghi di lavoro, ma bisogna recuperare quel rapporto di fiducia medico-paziente che si è incrinato negli anni.

I cartelloni della campagna sono divisi in due, così come i volti delle persone che sono protagoniste: nella prima parte sono arrabbiati, nella seconda sorridenti. I due volti riportano anche didascalie diverse, presentando ai cittadini le due facce del servizio sanitario, parlando sia delle inefficienze e dei problemi del Sistema Sanitario Nazionale, sia dei risultati ottenuti dai medici e dagli ospedali del nostro paese.

Nella immagini si leggono frasi come:


  • La guardia medica non voleva darmi quel farmaco. L'ho minacciata! 12.000.000 di assistiti dalle guardie mediche in 1 anno. Migliaia di vite salvate.

  • Più di 6 ore di attesa al Pronto soccorso. Volevo spaccargli la faccia!. 20.125.923 accessi al Pronto soccorso nel 2017. Migliaia di vite salvate.

  • Prima di aggredire, pensa. I medici difendono la nostra salute.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail