Nuovo esame del sangue ci svela quanto vivremo

Un esame del sangue può darci un’idea di quella che sarà la nostra aspettativa di vita. Ci sta lavorando un team inglese con ottimi risultati.

Nurse getting blood from on a female donor

Quanto vivremo? Vi siete mai chieste se avrete una vita lunga oppure no? È molto difficile prevedere la morte, ma la medicina sta facendo molto per migliorare la qualità della vita e la sua durata. L'ultimo studio in materia è quello di un team americano dell'Università di Yale che, grazie a nove marker biologici presenti nel sangue, sostiene di riuscire a valutare la speranza di vita di una persona, identificando una serie di fattori di rischio nel suo stile di vita.

Al centro della ricerca ci sono nove marcatori del sangue che servono per calcolare l'età biologica di una persona, che viene poi confrontata all'età reale, ovvero quella anagrafica. Se questa età biologica (o fenotipica) è più alta di quella reale, l'individuo invecchia più velocemente della media e presenta dunque più rischi di contrarre malattie e morire prematuramente. Al Guardian Morgan Levine, patologa dell'università di Yale e co-autrice dello studio, ha spiegato:

"Viene misurata l'età da un punto di vista fisiologico. Si può avere 65 anni ma averne 70 fisiologicamente, quindi con un rischio di mortalità di un 70enne. Una differenza che si può verificare anche in persone in buona salute che non hanno sintomi di nessuna malattia".

Per elaborare il test, gli esperti hanno studiato 42 diversi parametri clinici, tra cui la conta dei globuli bianchi o livelli di glucosio e di albumina nel sangue, correlati a cartelle cliniche, indicazioni sullo stile di vita e registri di morte dei pazienti. Inizialmente, hanno utilizzato i dati di 10.000 persone per identificare i parametri più legati all'aspettativa di vita. Dopo aver identificato nove marker biologici, hanno sviluppato il test che hanno eseguito su altre 11.000 persone.

Durante lo studio, inoltre, i ricercatori hanno osservato che tra i 50 e i 64 anni, un quarto di quelli che invecchiavano più velocemente è morto nei dieci anni successivi contro un quinto di quelli che invecchiavano più lentamente tra 65-84 anni. La cosa più interessante del test e che
può anche fornire informazioni a ciò che sta contribuendo all'invecchiamento. E conoscere le cause, ovviamente, permette sempre di trovare delle soluzioni.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO