Chirurgia estetica: il butt lifting brasiliano è l'ultima tendenza per un lato B da diva

Glutei di marmo con il lifting brasiliano: da Miami arriva l'ultimo trend chirurgico per un lato B divino

Lifting brasiliano sedere

Chi non sogna un fondoschiena da ballerina carioca, sodo e tonico come quello di una sportiva sudamericana, alzi la mano. Ebbene, per rispondere a questa esigenze squisitamente estetica, arriva da Miami, capitale mondiale della chirurgia plastica, una tendenza che parla da sola. Si chiama butt lifting brasiliano ed è un'operazione di liposuzione, anzi, di liposcultura, che dà risultati molto interessanti.

Nella ridente città della Florida c'è lui, il dottor Constantino Mendieta, un chirurgo tutto sorrisi e parcelle astronomiche, che promette di trasformare un lato B burroso in un sedere a mandolino che sembra il frutto di anni di allenamento mirato, con il benestare di madre natura.

Il lifting brasiliano, di cui Mendieta è "cintura nera", è una procedura che prevede una meticolosa liposuzione, con trasferimento del grasso dove serve. Quest'ultimo proviene dalla parte bassa della schiena, dall'addome e talvolta dalle braccia e dalle cosce, viene succhiato via e infine iniettato in zone strategiche attorno al gluteo, attraverso piccole incisioni.

Il chirurgo riempie e modella l'intera regione, sfinando vita, gambe e pancia e trasformando i fianchi da fanciulla sedentaria, in glutei scolpiti da vera body builder. Il risultato, come detto, ha del miracoloso e lo si può vedere dal video (occhio, i contenuti visivi sono piuttosto forti) qui in basso, dove il Dott. Mendieta rivoluziona l'estetica di una giovane donna.

Ne vale la pena? È sempre un'operazione, con tutti i rischi del caso. Il costo poi non è per nulla leggero: 9000 dollari che volano via. Ma per un lato B da diva, se è proprio quello che uno sogna, qualche sacrificio tocca proprio farlo, chirurgico e non.

Via | Harper's Bazaar
Foto | iStock

  • shares
  • +1
  • Mail