Decotto di calendula per uso esterno: come farlo per dare sollievo alla pelle irritata

Per la pelle arrossata, scottata e con irritazioni, proviamo un rimedio naturale ottimo, come il decotto di calendula

Decotto calendula pelle

Una delle piante mediche più conosciute e apprezzate è certamente la calendula, legata a doppio filo a miti e leggende greche (i fiori gialli sarebbero nati dalle lacrime di Venere), usatissima in erboristeria per la creazione di prodotti amici della pelle. Ebbene sì, oltre ad essere bella da vedere, questa pianta è anche un valido aiuto contro la cute irritata e infiammata, grazie alle sue proprietà emollienti e riequilibranti.

Fra i rimedi naturali migliori contro la pelle lesa, vuoi per punture di insetti, vuoi per scottature da sole, vuoi anche per sfoghi, brufoli e dermatiti, è il decotto di calendula, un'acqua benefica per uso esterno, che dona un piacevole sollievo da prurito, arrossamento e infiammazione.

Per farlo è necessario dotarsi dei fiori essiccati della pianta, che possiamo trovare in una buona erboristeria fornita e di semplice acqua di rubinetto. Se ha un livello di durezza troppo alto, è invece preferibile adoperare o la classica distillata, oppure l'oligominerale naturale che beviamo normalmente.

Per il decotto ci serviranno:

  • 3 cucchiai di fiori essiccati di calendula
  • 1/2 litro d'acqua

Versiamo in un pentolino i fiori di calendula e copriamo con l'acqua, poi mettiamo a bollire a fuoco medio. Quando l'acqua sobbolle, abbassiamo la fiamma e lasciamo andare per una decina di minuti. Dopo di che spegniamo, copriamo e facciamo infondere per altri 10-15 minuti.

Filtriamo il liquido e lasciamolo raffreddare completamente prima di adoperare. L'ideale è travasare il nostro decotto di calendula in un contenitore di vetro, da riporre in frigo. Al momento di adoperare, versiamo la giusta quantità di prodotto su salviette di cotone pulite o garze, che applicheremo sulle zone del corpo infiammate da trattare.

Per il viso possiamo anche usare i dischetti di cotone idrofilo imbevuti nella soluzione, da appoggiare su guance, naso e fronte, le aree solitamente più soggette a scottature da sole. Lasciamo agire per una decina di minuti prima di strizzare e ripetere la procedura una seconda volta.

Poi facciamo asciugare naturalmente la pelle all'aria, evitando di coprirla subito con gli abiti. Il decotto di calendula è ottimo anche per la detergenza della pelle sensibile e soggetta a irritazioni. Per rendere più efficace il rimedio, stendiamo un velo di gel di aloe subito dopo.

Va benissimo anche una crema idratante a base di calendula stessa, preferibilmente naturale e biologica.

Foto | iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail