Mangiare troppo poco: 9 campanelli d'allarme

Ecco come capire se state mangiando troppo poco e quali sono i rischi per la salute.

Mangiare troppo poco

L'obesità e le condizioni correlate al peso eccessivo sono spesso al centro dell’attenzione da parte di medici e pazienti. Al contrario, i pericoli causati dall'essere sottopeso sono relativamente trascurati. Essere sottopeso può avere una serie di effetti negativi sulla salute di una persona, effetti che non vanno assolutamente ignorati. Per evitare di correre rischi, vogliamo segnalarvi quali sono i segni e i sintomi a cui prestare attenzione, poiché potrebbero indicare che una persona si sta sottoponendo a una dieta fin troppo drastica e carente delle sostanze nutritive necessarie per il benessere.

Prima di conoscere i segni che indicano che state mangiando troppo poco, ricordiamo però quali sono i rischi che potreste correre seguendo dei regimi dietetici troppo restrittivi. Ecco quali sono le condizioni o i problemi di salute a cui potreste andare incontro:


  1. Osteoporosi

  2. Maggior rischio di fratture ossee

  3. Problemi di fertilità

  4. Problemi dello sviluppo

  5. Sistema immunitario indebolito

  6. Malnutrizione

  7. Aumento del rischio di complicanze chirurgiche

  8. Anemia

  9. Fatica cronica



Mangiare troppo poco: 9 sintomi da non ignorare


Alla luce di quanto detto, appare chiaro quanto sia importante comprendere se stiamo mangiando troppo poco, in modo da correre al più presto ai ripari. Segni e sintomi che indicano che una persona non mangia abbastanza includono:


  1. Stanchezza costante e apparentemente immotivata

  2. Tendenza ad ammalarsi più spesso

  3. Perdita di capelli

  4. Problemi di fertilità

  5. Sentire costantemente freddo

  6. Crescita alterata (in particolar modo nei soggetti giovani)

  7. Problemi della pelle

  8. Depressione

  9. Costipazione


Se siete preoccupate perché non riuscite a mangiare abbastanza, o se avete notato alcuni dei sintomi elencati in alto, non esitate a parlare del vostro problema con un medico o un dietologo. Una persona esperta potrà infatti aiutarvi a formulare un programma dietetico adatto alle vostre necessità, aumentando gradualmente l'apporto calorico e le sostanze nutritive consumate ogni giorno.

via | MedicalNewsToday
Foto da iStock

  • shares
  • Mail