Sindrome di Bambi: cos'è il complesso e il fattore in psicologia

Cos'è la Sindrome di Bambi? Ecco tutto quello che dobbiamo sapere su questa particolare condizione!

Sindrome di Bambi

Avete mai sentito parlare della Sindrome di Bambi? I film della Disney sono spesso protagonisti di sindromi e disturbi di varia natura. Questa volta il protagonista è il cerbiatto dell'omonimo film d'animazione, uno dei primi della casa di produzione, che ha traumatizzato generazioni di bambini e anche di adulti, che non dimenticheranno mai la scena più strappalacrime di tutto il lungometraggio.

Sappiate che gli psicologi hanno utilizzato questo famoso personaggio della Disney per indicare una sindrome ben precisa, che riguarda una serie di persone il cui scopo sembra essere quello di salvare il mondo. Il problema insorge quando non riescono a salvare nessuno!

Sindrome di Bambi


Che cos'è la Sindrome di Bambi? Sappiamo tutti qual è la storia di questo piccolo cerbiatto creato dalla Disney. Dopo essere nato nella foresta in un ambiente felice e spensierato, deve affrontare la perdita della mamma, a causa di un cacciatore di cervi che le spara senza pietà. Lui rimarrà da solo, ma per fortuna il Principe della Foresta, il papà, e i suoi amici sono lì al suo fianco a dargli una mano.

La Sindrome di Bambi o Complesso di Bambi in psicologia indica una personalità che è estremamente sensibile, una persona molto sentimentale e che si batte per poter difendere e affermare i diritti delle persone che ha di fianco. La loro morale a volte è così severa e priva di cambiamenti da vivere con un senso di colpa molto profondo, perché non sono riusciti a salvare le situazioni che si erano prefissati di risolvere.

Con il termine Effetto Bambi o Fattore Bambi, invece, si indica il rifiuto di uccidere e consumare animali che sono considerati carini e dolci.

Foto iStock

  • shares
  • +1
  • Mail