Mangiare in ufficio non vi aiuta se siete a dieta

Secondo un recente studio scientifico, mangiare in ufficio ci fa prendere peso: ecco quali sono le cause.

Mangiare in ufficio

Mangiare in ufficio non fa bene alla linea. Alzi la mano chi è costretto a mangiare seduto alla sua scrivania. Perché magari non si ha tempo nemmeno di spostarsi in un'altra stanza. O perché magari non si ha voglia di mangiare insieme agli altri. Lo facciamo a volte per ottimizzare i tempi, non concedendoci la giusta e sacrosanta pausa pranzo che, invece, farebbe bene a corpo e mente. Oltre che alla dieta.

Un recente studio condotto dal Cdc statunitense, presentato in occasione del meeting della American Society of Nutrition, ha analizzato il cibo consumato da più di 5mila lavoratori, cercando i capire le abitudini alimentari giornaliere. Cosa hanno scoperto i ricercatori? Che nella maggior parte dei casi chi mangiava in ufficio non mangiava in maniera corretta.

Il pasto medio che è emerso dallo studio, infatti, era ricco di cereali raffinati, zuccheri e grassi. In pochissimi erano presenti cereali integrali e frutta, che sappiamo essere parte fondamentale di una dieta sana ed equilibrata.

Inoltre lo studio ha confermato che chi mangia tutti i giorni in ufficio tende a ingrassare di più e aumenta il rischio di obesità. Sena dimenticare che di solito i valori del colesterolo sono molto più alti, mentre quelli di vitamine molto più bassi.

Stephen Onuphrak, uno degli autori, sostiene inoltre:

Molto del cibo era ottenuto gratis. I datori di lavoro potrebbero considerare l'idea di avere politiche che incoraggiano opzioni più sane a meeting ed eventi sociali.

Non dimentichiamo che la salute dei lavoratori incide pesantemente sulla produttività di un'azienda: ogni datore di lavoro dovrebbe averla a cuore!

Foto iStock

  • shares
  • Mail