Un milione di italiani ha lasciato la dieta vegana

Dieta vegana addio, almeno un per un milione di italiani. Ecco cosa emerge da uno studio Coldiretti-Eurispes.

Dieta vegana

La dieta vegana non piace più agli italiani? Un recente studio elaborato sui dati Eurispes e presentato dalla Coldiretti in occasione del Villaggio Contadino, creato nel centro di Torino, negli splendidi Giardini Reali, e inaugurato con una grigliata per tutti e il #BisteccaDay, pare che un milione di italiani ha deciso di abbandonare la dieta vegana. 2 su 3 hanno deciso di dire basta: i vegani oggi nel nostro paese sarebbero circa 460mila perone.

I vegati sarebbero scesi al 3% allo 0.9%: il 68% del totale è composto a donne, mentre è vegano il 2% degli taliani con età compresa tra i 18 e i 24 anni. Ma perché alcuni vegani hanno deciso di abbandonare il regime alimentare che proibisce il consumo di ogni alimento di origine animale (quindi non solo carne e pesce come i vegetariani, ma anche latte, formaggi, uova...)?

Secondo il rapporto reso noto, il 49.4 per cento ritiene le dieta vegana "radicale, fanatica e segnata dall'intolleranza", mentre l'altra metà ritiene che sia un'opzione comunque rispettabile e ammirevole.

Coldiretti, che ha organizzato il Bistecca Day, ricorda che le diete vegane escludono ogni tipologia di carne, tuti i prodotti di origine animale come formaggi, uova, burro yogurt, panna, gelato, latte, miele. All'interno sono nate poi correnti più estreme come i fruttariani, che mangiano solo frutta caduta dagli alberi ma non limoni, kiwi e ananas, i melariani, che mangiano solo mele, i fruttariani crudisti, che mangiano solo frutta non cotta e non condita.

A spingere le convinzioni alimentari sono però spesso le fake news che rimbalzano sui social dove non è difficile trovare che mangiare carne, latte o uova faccia sempre male o che chi è intollerante al lattosio non deve mangiare nessun formaggio. Invece non esiste alcun studio che provi che mangiare carne anche in giuste quantità sia dannoso per la salute mentre al contrario, i vantaggi di una dieta completa che la includa sono scientificamente indiscussi.

Coldiretti sostiene che servono edcazione e buon senso, ma anche rispetto verso tutti gli stili alimentari.

Foto iStock

  • shares
  • +1
  • Mail