Cellulite, lo stress incrementa la buccia d’arancia

Lo stress del lavoro è nemico delle gambe e della cellulite: le donne manager soffrondo maggiormente di buccia d’arancia.

Donna stressata

La cellulite è democratica, non fa sconti a nessuno. A soffrirne è il 90 percento delle donne a partire dall’adolescenza. E a risentirne di più sono le signore in carriera, perché lo stress sembra peggiorare la buccia d’arancia. Questo è quanto racconta Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista, nonché autrice del libro "La dieta dei biotipi".

"Lo stress incrementa la cellulite a causa del cortisolo, un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali del nostro corpo e conosciuto anche come 'ormone dello stress'. Per combatterlo (e favorire il sonno) è utile l'integrazione con teanina, Whitania, cioè il ginseng indiano, e melatonina ma anche le mandorle ricche di magnesio, per rilassarsi".

Un altro nemico della circolazione è la posizione in cui si lavora: stare seduti a lungo favorisce l’accumulo di adipe localizzato e ritenzione idrica. E quindi come fare?

"Il consiglio è quello di appoggiarsi bene alla sedia e allungare le gambe per qualche minuto ogni ora. E poi bere tè verde: il più efficace è quello che si acquista in foglie sciolte piuttosto che in sacchetti ed è importante non scaldare l'acqua oltre i 70°C per evitare di distruggere i principi attivi, facendo un’infusione di 3-5 minuti".



Ricordate poi di evitare di stare troppo in piedi, soprattutto se siete negozianti o commesse, perché anche in questo caso il micro-circolo potrebbe risentirne e non indossate abbigliamento aderente che comprima la circolazione, ostacolando il ritorno venoso.

Via | D Repubblica

  • shares
  • +1
  • Mail