Bambino con ADHD: 10 consigli per i genitori

10 consigli utili per i genitori di bambini con l’ADHD.

ADHD

L’ADHD è una condizione certamente non piacevole. Riuscire a gestire un bambino con tale problema può rappresentare una vera sfida, certe volte. Purtroppo non esistono delle regole o dei trucchi che valgono per tutti, quando si parla di figli con ADHD, perché ogni bambino può avere una gravità diversa dei sintomi. Tuttavia, esistono alcuni consigli che possono semplificare la vota dei genitori, e di conseguenza anche quella dei figli. Partiamo dal presupposto che, per un bambino con l'ADHD, la coerenza è molto importante. I seguenti consigli vi aiuteranno dunque ad affrontare con maggiore serenità la vita insieme al vostro bambino:


  1. Rendere le cose interessanti: i bambini con ADHD spesso si distraggono se un'attività non è abbastanza impegnativa, quindi sarà utile cercare di renderla più interessanti possibile.

  2. Incoraggiare il bambino: lodate e incoraggiate il bambino quando si comporta bene, in modo che si renda conto che quello da lui messo in atto è un comportamento apprezzabile. Inoltre, sarà utile far comprendere quali sono i comportamenti inaccettabili.

  3. Strutturate un programma della giornata, in modo da limitare le distrazioni.

  4. Far fare sport al bambino. In questo modo si ridurrà il rischio di ansia, migliorerà la concentrazione e il sonno, e il cervello sarà più stimolato.

  5. Fate in modo che il bambino dorma bene e abbastanza, in modo da regolare i livelli di energia durante la giornata successiva, e migliorare il suo umore, alleviando lo stress.

  6. Ridurre al minimo le distrazioni: se il bambino tende a distrarsi facilmente, riducete al minimo le fonti di distrazione, mantenendo l’ambiente circostante ordinato ed essenziale, e tenendo alla larga tv, radio e videogiochi se il bambino deve svolgere dei compiti.

  7. Introdurre il “tempo di attesa”: di cosa si tratta esattamente? Semplice, bisognerà solo spronare il bambino a riflettere per qualche secondo prima di dire qualcosa a voce alta, in modo che possa considerare se quello che intende esprimere è un pensiero appropriato o meno. Questo migliorerà sensibilmente la sua vita sociale.

  8. Evitare l'uso di un linguaggio negativo: un bambino con ADHD può sentirsi già poco gradito, o può pensare di fare sempre cose sbagliate. Evitate di rafforzare queste sue convinzioni usando un linguaggio negativo.

  9. Trovate un supporto specialistico, come un terapeuta esperto, che potrà aiutare sia il bambino che voi genitori

  10. Prendetevi delle pause: il fatto che il vostro bambino abbia l’ADHD non significa che la vostra vita sia finita. Se e quando ne sentite il bisogno, fate in modo di prendervi delle pause, così da avere più energie per sostenere il vostro bambino. Ricaricate le batterie con attività benefiche per la salute come la meditazione, lo yoga, camminare in mezzo alla natura e soprattutto, per mantenere la calma, riducete il consumo di caffeina e alcol.


via | MedicalNewsToday
Foto da iStock

  • shares
  • +1
  • Mail