Sindrome da shock tossico: legame con i tamponi e le coppette mestruali

Sapete cos'è la sindrome da shock tossico? Un recente studio spiega il collegamento con l'uso di tamponi mestruali intravaginali.

tamponi mestruali intravaginali

Avete mai sentito parlare della sindrome da shock tossico? E' un disturbo davvero molto raro, del quale si sa in realtà ancora poco. Si manifesta con sintomi come febbre alta, diarrea, vomito, stato confusionale ed eruzioni cutanee. I sintomi sono causati da un'infezione provocata dallo Staphylococcus aureus in grado di produrre la tossina 1 da sindrome da shock tossico 1 (Tsst-1). Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell'Università Claude Bernard di Lione (Francia) sarebbe l'uso di tamponi interni durante il ciclo a provocare una proliferazione del batterio.

I ricercatori hanno esaminato il ruolo di 15 tra i tamponi in commercio e le coppette mestruali, per capire la crescita dello Staphylococcus aureus e la produzione della tossina che causa la sindrome. In laboratorio sono state ricreate le condizioni all'interno della vagina quando si usano questi dispositivi sanitari. Il legame sarebbe stato confermato, anche se gli esperti sottolineano che

i nostri risultati non supportano l'ipotesi che suggerisce che tamponi composti esclusivamente da cotone organico potrebbero essere intrinsecamente più sicuri di quelli in cotone misto e rayon, o viscosa o ancora dei tamponi composti interamente di viscosa.

Le differenze sostanziali nella natura dei materiali usati, così come nella struttura e nella densità delle fibre possono essere fondamentali per la diffusione del batterio. E le coppette mestruali? Anche queste hanno favorito una maggiore crescita di S. aureus e una maggiore produzione di tossine rispetto ai tamponi. Difficile anche la sterilizzazione di questi dispositivi: le coppette andrebbero fatte bollire tra un uso e l'altro.

Gli esperti consigliano sempre di prestare attenzione a tutti i dispositivi sanitari che utilizziamo in zone così delicate. Ricordiamoci di cambiare spesso i tamponi così come gli assorbenti per non mettere a rischio la nostra salute intima!

Foto iStock

  • shares
  • +1
  • Mail