Macchie solari, un problema per 4 donne su 10

Le macchie solari compaiono soprattutto in estate, ma sono tanti i consigli di prevenzione per ridurre un inestetismo che colpisce il 40% delle italiane.

Woman with straw hat applying sunblock to face outdoors

Le macchie solari sono un problema molto diffuso e in estate, quando ci si espone più del solito ai raggi uva, spesso diventano un inestetismo poco piacevole. Secondo Leonardo Celleno, cosmetologo dell'Università Cattolica di Roma, intervistato dall’Adnkronos, sono diffuse tra quattro italiane su 10 e si possono manifestare anche a 20 anni.

Dove possono comparire? In linea di massima sul viso zigomi, naso, fronte, mento, ma anche tra naso e bocca, formando odiati 'baffetti'. È molto importante fare attenzione alla prevenzione:

Occhio ai profumi, alla pillola, agli antibiotici e ad alcuni farmaci anti-infiammatori: con l'esposizione al sole possono comparire le macchie. Un inestetismo legato in parte agli estrogeni. Anche le donne in gravidanza devono fare particolare attenzione, perché per loro l'insidia si chiama cloasma gravidico.

Le macchie solari, come anticipato, possono comparire in giovane età, ma aumentano con l’avanzare degli anni quando si aggiunge il rischio di cheratosi.

Macchie scure in rilievo che si squamano in superficie, legate al fotoinvecchiamento, possono formarsi su viso, collo, petto, mani e cuoio capelluto nel caso di persone calve. Occorre proteggersi sempre, al mare e in città, con prodotti idratanti e dotati di filtri. Ed evitare maratone selvagge sotto il sole.

Come si curano? Eliminarle non è facile. Ci sono diverse creme schiarenti, ma nei casi più seri bisogna trattarle con peeling e laser. Ovviamente, rivolgetevi a un medico. Saprà indicare la cura migliore.

  • shares
  • +1
  • Mail