Acqua distillata di fiordaliso, un rimedio naturale per la pelle infiammata

L'acqua di fiordaliso è un tonico naturale che ci aiuta a dare sollievo alla pelle infiammata

Acqua distillata fiordaliso

Uno dei rimedi naturali più famosi per alleviare bruciore e tensione della pelle infiammata è senza dubbio l'acqua distillata di fiordaliso, un tonico che sfrutta le proprietà cosmetiche di questo splendido fiore blu per lenire e decongestionare la cute. Ottimo in caso di allergie, questo prodotto, che può essere realizzato anche in casa, ci viene incontro anche in caso di acne ed epidermide sovraesposta al sole, donando immediato sollievo.

L'acqua di fiordaliso è infatti un rimedio della nonna piuttosto famoso, sfruttato ogni qualvolta la pelle è sottoposta a stress di qualunque natura. I fiori di questa pianta, il cui nome botanico è Centaurea cyanus, contengono sostanze dal potere antinfiammatorio e sono usati come ingrediente principale di molti prodotti cosmetici per la cura del viso e del corpo.

In realtà l'acqua di fiordaliso è un ottimo rimedio anche per i problemi ad occhi e mucose ed è infatti un ottimo rimedio naturale contro congiuntivite e orzaioli. Un po' come la camomilla, il fiordaliso infatti decongestiona, riduce l'infezione e dona sollievo da dolore e irritazione, anche nelle zone del corpo più delicate.

Il fiordaliso non è utilizzato unicamente a livello topico esterno, ma anche internamente. Chi conosce la tisana dei monaci buddisti, consumata per favorire il drenaggio dei liquidi, depurando il fisico dalle tossine e sì, anche aiutando a eliminare la cellulite, sa bene che i fiori della Centaura cyanus sono in posizione privilegiata nella lista ingredienti, insieme al tè verde e alle foglie di citronella.

Tuttavia, come già detto, il modo migliore per usare il fiordaliso è sotto forma di acqua distillata aromatizzata, sfruttando i suoi effetti emollienti e antinfiammatori per la pelle irritata e arrossata, anche a causa di reazioni allergiche (dermatiti da contatto, sfoghi, allergia da puntura di insetti).

Chi soffre di pelle grassa a tendenza acneica può usare l'acqua di fiordaliso come tonico, sfruttando anche le proprietà leggermente astringenti del fiore. Se volessimo fare in casa l'acqua distillata di fiordaliso, possiamo realizzarla usando 1 tazza di fiori freschi, lavati e ripuliti dalle impurità e mezzo litro di acqua demineralizzata semplice.

Mettiamo i fiori di fiordaliso in un barattolo di vetro con chiusura ermetica e versiamo l'acqua distillata bollente. Chiudiamo il contenitore con il suo coperchio e lasciamo in infusione fino a quando non si intiepidisce, dopo di che filtriamo il liquido usando una garza sterile come setaccio, versando in in contenitore pulito.

Conserviamo in frigo e adoperiamo nell'arco di 7-10 giorni.

Foto | iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail