Attacco cardiaco nelle donne: 7 sintomi a cui fare attenzione

Attenzione a 7 sintomi che identificano l'attacco di cuore nelle donne

Attacco cardiaco donne

Lo conosciamo come infarto miocardico, attacco cardiaco o anche attacco di cuore e in qualunque modo si voglia chiamare, questo evento patologico colpisce annualmente 120mila persone solo in Italia con un tasso di mortalità pari all'11%, una percentuale che fa capire l'entità del problema.

A ridurre i rischi, oltre al mantenimento di uno stile di vita sano a 360 gradi, è anche la capacità di riconoscere i sintomi in tempo reale, in modo da prevenire l'attacco cardiaco o quantomeno correre ai ripari immediatamente.

Per quanto riguarda le donne, l'infarto del miocardio è meno facile da riconoscere rispetto agli uomini, in quanto i campanelli d'allarme sono spesso differenti. Per questo motivo è essenziale fare attenzione alla sintomatologia, che nell'attacco di cuore femminile, non si annuncia quasi mai col classico male pungente al petto.

I 7 sintomi di attacco cardiaco nelle donne sono:


  1. Pressione all'altezza dello sterno

  2. Dolore nella parte superiore del corpo

  3. Capogiri

  4. Affaticamento

  5. Sudorazione eccessiva

  6. Nausea

  7. Fiato corto

Andiamo un pochino più nello specifico. Se nell'uomo il primo sintomo di un attacco cardiaco è dato dal dolore al centro del petto, per le donne è invece sostituito spesso da pressione, associata ad una certa fatica a respirare e quindi al fiato corto.

Anche molti giorni prima dell'attacco di cuore, la donna può sperimentare una serie di dolori che si irradiano nella parte superiore del corpo, soprattutto collo, schiena e spalle, ma anche braccia e mascella. Allo stesso modo, anche un mese prima rispetto al verificarsi dell'evento ischemico, è possibile provare stanchezza e affaticamento che non si risolvono con un maggiore riposo.

Nel momento contingente è invece bene fare attenzione ad alcuni segnali che manda il corpo per avvisarci dell'infarto. Nausea, capogiri e sudorazione non legata a caldo o sbalzi ormonali (es. in menopausa) sono un trittico di sintomi che devono mettere in allarme.

Affrontare regolarmente visite cardiologiche, specie dopo una certa età, può aiutarci a tenere sotto controllo il cuore. Riconoscere tempestivamente i sintomi di un attacco cardiaco, è essenziale per salvarci la vita e garantire una più alta percentuale di prognosi positiva.

Foto | iStock

  • shares
  • +1
  • Mail