Psicologia: il rischio di suicidio è maggiore per gli Emo?

Il rischio di suicidio è maggiore per Emo e Goth? Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Psicologia Emo

I giovani Emo, Goth e i fan dell’heavy metal corrono un rischio maggiore di autolesionismo e suicidio? A cercare di rispondere alla domanda è uno studio condotto dai ricercatori delle università di Manchester e Liverpool, secondo cui le persone che appartengono a questo tipo di “subcultura alternativa” avrebbero cinque volte maggiori probabilità di soffrire di autolesionismo o di tentare il suicidio, probabilmente perché si sentirebbero isolate dal resto della società.

Il nuovo studio ha esaminato 12 ricerche che analizzavano il legame tra appartenenza alle sottoculture e rischio di pensieri suicidi o di autolesionismo, ed avrebbe fatto emergere un dato preoccupante.

In uno studio scozzese i ricercatori hanno infatti scoperto che circa il 6% degli scolari avrebbe sofferto di autolesionismo o avrebbe tentato il suicidio, ma la percentuale sarebbe salita al 24% per coloro che appartenevano alle sottoculture prese in esame. Prendendo in considerazione tutti gli studi, i ragazzi goth, emo e quelli che amano l’heavy metal avrebbero corso maggiore probabilità di soffrire di questo tipo di problemi.

Non stiamo dicendo che i medici dovrebbero preoccuparsi per tutti coloro che indossano una maglietta dei Metallica

chiariscono giustamente gli esperti, il cui studio è stato pubblicato sul British Journal of Clinical Psychology

ma se ci sono anche altri segnali che indicano il rischio di autolesionismo, allora bisogna sicuramente porsi delle domande.

Ma per quale ragione, secondo i ricercatori, i membri di queste subculture soffrirebbero di questo tipo di problemi?

I giovani che hanno affrontato più avversità possono essere più inclini a diventare parte di una sottocultura, ma questo non sembra spiegare completamente l'aumento del rischio

spiegano gli studiosi, che aggiungono che lo stress associato all'essere diversi e all'appartenenza a un gruppo minoritario può spiegare in parte tale fenomeno.

via | Telegraph
Foto da iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO