Psicologia: ecco come affrontare le situazioni imbarazzanti

Ecco come superare l’imbarazzo grazie alla Scienza.

Psicologia imbarazzo

Psicologia - Vivere delle situazioni imbarazzanti non fa piacere a nessuno, ma tali sensazioni possono essere alleviate attraverso un buon training mentale. Questo è quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Motivation and Emotion, secondo cui imparando ad essere degli osservatori esterni è possibile superare le sensazioni di umiliazione e vergogna. Alcune persone hanno così tanta paura di essere messe in imbarazzo che fanno di tutto pur di aggirare le situazioni che potrebbero provocare questo tipo di problema. Per questa ragione si potrebbe finire per non fare delle domande anche importanti, per paura di sembrare stupidi, o addirittura alcune persone potrebbero evitare di sottoporsi a un esame medico che potrebbe salvargli la vita, proprio a causa dell'imbarazzo.

I membri della Carnegie Mellon University hanno condotto tre serie di studi, ciascuno dei quali coinvolge diversi gruppi di studenti di una grande università negli Stati Uniti. Nei tre studi si chiedeva ai partecipanti di osservare delle situazioni di disagio (ad esempio situazioni in cui una persona emette un peto, oppure viene a conoscenza dei risultati di un test sulle malattie veneree, di fronte ad altre persone).

Durante gli studi gli esperti hanno ipotizzato che cambiare prospettiva, ponendosi come osservatore esterno e non come colui che sta vivendo la situazione imbarazzante, potrebbe aiutare ad avvertire meno la sensazione di disagio. In effetti, questa rappresenta una strategia utile per alleviare la vergogna, ma i suoi effetti possono variare in base a quanto le persone siano impacciate e autocoscienti in pubblico.

La nostra ricerca dimostra che elaborare strategie per ridurre con successo l'imbarazzo è complicato, perché i consumatori reagiranno in modo diverso alle tattiche di persuasione a seconda del loro livello di autocoscienza pubblica e della quantità di risorse cognitive disponibili

spiegano gli esperti, secondo i quali il loro studio potrebbe comunque essere utile per i professionisti del marketing, che spesso fanno riferimento a situazioni potenzialmente imbarazzanti nelle loro pubblicità, per invogliare i consumatori ad acquistare i loro prodotti ed evitare quindi la sensazione di vergogna.

 

via | ScienceDaily

Foto da iStock

  • shares
  • +1
  • Mail