Giornata Mondiale dell'Acqua 2018: al via la campagna La Risposta è nella Natura

Si chiama "La risposta è nella natura" la campagna avviata in seno alla Giornata Mondiale dell'Acqua 2018, sondando le soluzioni idriche green per coprire il fabbisogno globale

Giornata mondiale dell'acqua 2018

Anche per quest'anno, come ogni 22 marzo, la Giornata Mondiale dell'Acqua, istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, celebra il suo momento, rendendoci partecipi delle sfide idriche a cui il mondo è sottoposto e mettendo in tavola le possibili soluzioni per affrontarle e vincerle.

La Giornata Mondiale dell'Acqua 2018 ha come tema "Nature for Water", scelto per sondare i rimedi green migliori, quelli offerti dalla natura stessa. Le NBS, acronimo di Nature Based Solution, sono infatti finalizzate alla risoluzione del problema idrico mondiale, senza stravolgere l'ecosistema.

Per questo è stata lanciata la campagna La Risposta è nella Natura, che analizzerà la possibilità di attuare una rassegna di "cure verdi" per venire incontro alle sfide dell'acqua del XXI secolo. In particolare:


  • Piantare alberi per ricostruire foreste

  • Ricollegare i fiumi alle pianure alluvionali

  • Ripristinare le zone umide

In questo modo si crea un circolo virtuoso che nasce da soluzioni sostenibili per contribuire a riequilibrare il ciclo dell'acqua, mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici e migliorare la salute umana a partire dai mezzi di sussistenza.

La campagna "La risposta è nella Natura" vedrà quindi nascere una serie di iniziative a livello globale, atte a innanzi tutto a sensibilizzare e informare sulle Nature Based Solutions, incentrate sull'esigenza di soddisfare il fabbisogno idrico di una popolazione in crescita, allo stesso tempo aiutando a proteggere l'ambiente naturale e a ridurre l'inquinamento.

Qualche info in merito. Il Presidente della 72° sessione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, Miroslav Lajčák, ha identificato lo sviluppo sostenibile come una priorità. Pertanto, in occasione della Giornata mondiale dell'acqua , il 22 marzo 2018, avvierà il Decennio internazionale di azione: Acqua per lo sviluppo sostenibile 2018-2028 che mira a migliorare ulteriormente la cooperazione, il partenariato e lo sviluppo delle capacità in risposta all'ambiziosa Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Già pochi giorni fa, il 19 marzo 2018, in occasione dell'8° World Water Forum in Brasile, è stata lanciata l'edizione 2018 del World Water Development Report. Il WWDR 2018 si pone come base informativa per chi è nella stanza dei bottoni e può sfruttare il potenziale delle soluzioni basate sulla natura per affrontare le sfide della gestione idrica contemporanea in tutti i settori, in particolare per quanto riguarda l'acqua per l'agricoltura o la creazione di città sostenibili dal punto di vista idrico.

In occasione dei 25 anni dall'istituzione del World Water Day, sono anche molti gli eventi a livello globale, nati per sensibilizzare la gente sulla questione idrica contemporanea. New York si fa vetrina di una mostra fotografica sullo sviluppo sostenibile, presso il palazzo del Segretariato delle Nazioni Unite a New York.

Ma anche in Italia non mancano gli appuntamenti legati alla celebrazione della Giornata Mondiale dell'Acqua 2018. A Ragusa si apre il "Tavolo dell'Acqua", sulle strategie ambientali per la tutela del fiume e della costa locali, mentre a Brindisi, presso il Museo Archeologico “F. Ribezzo”, andrà in scena un evento focalizzato sull'importanza dell'acqua, con focus sulla gestione dell'inquinamento.

Da oggi e fino a domenica 25 marzo, il Parco Naturale dei Monti Aurunci, organizza attività seminariali e di sensibilizzazione sul tema. Sempre nel Lazio, a Fondi, sarà possibile visitare il laghetto Genuardo e le sorgenti di Settecannelle, presso il Monumento Naturale Mola della Corte Settecannelle.

Via | UN Environment
Foto | iStock

  • shares
  • +1
  • Mail