Come sopravvivere al cambio dell’ora con i consigli degli esperti

Con l’arrivo dell’ora legale il nostro benessere psico-fisico è a rischio. Ecco quindi i consigli degli esperti per sopravvivere allo spostamento delle lancette.

Ora legale

Sabato 24 marzo, alle 2 di notte, entrerà in vigore l’ora legale, e mattinieri e tiratardi potrebbero dover fare i conti con le classiche conseguenze dello spostamento delle lancette dell’orologio, causa di un’alterazione dell’equilibrio sonno-veglia spesso molto fastidiosa. Vi sembrerà strano, ma per molte persone l’ora legale può infatti tradursi in una maggiore sensazione di stress, irritabilità, stanchezza, sonnolenza diurna, emicrania, perdita dell’appetito, difficoltà di attenzione e concentrazione e alterazione dell’umore. Ma come fare ad evitare questi problemi?

A darci qualche consiglio utile sono gli esperti di Assosalute (Associazione nazionale di farmaci di automedicazione), i quali hanno raccolto dei suggerimenti utili ed efficaci per sopravvivere al cambio dell’ora.

Gli esperti spiegano innanzitutto che a dover controllare maggiormente la propria salute sono i soggetti cardiopatici, che secondo il New England Journal of Medicine possono risentire in maniera importante dell’effetto dello spostamento in avanti delle lancette, soprattutto nei sette giorni successivi all'ora legale. In questo arco di tempo si registra infatti un aumento del 5% degli infarti del miocardio.

Per facilitare l’adattamento dell’organismo al cambio dell’ora, sarà tuttavia sufficiente seguire i semplici consigli forniti da Assosalute. Scopriamo insieme di quali si tratta.

Come sopravvivere al cambio dell’ora

Per riuscire a sopravvivere senza stress al cambio dell’ora, vi basterà seguire questi semplici consigli:


  1. Qualche giorno prima del cambio di orario dovrete anticipare la sveglia di una ventina di minuti, oppure andare a dormire un po’ prima la sera, per abituare l'organismo ai nuovi ritmi.

  2. Se non riuscite ad addormentarvi, potreste fare ricorso a dei rimedi naturali a base di erbe, per favorire il sonno.

  3. Prima di andare a dormire, evitate le abbuffate, e consumate piuttosto dei pasti leggeri. Evitate di bere alcolici e di consumare bevande contenenti caffeina/teina, che influiscono sul ciclo sonno-veglia.

  4. Se vi sentite nervosi e irritabili, provate ad assumere degli integratori di magnesio, che potranno aiutarvi a ritrovare il vostro equilibrio

  5. Fate attività fisica durante la prima parte della giornata, e preferibilmente all’aperto. Evitate invece di allenarvi di sera, prima di andare a dormire, poiché l’allenamento aumenterà ulteriormente la difficoltà di addormentarsi.

Foto da iStock

  • shares
  • +1
  • Mail