Balbuzie in età adulta e nei bambini: la storia di un papà e di suo figlio

Ecco una storia che ci racconta come viene vissuta la balbuzie a ogni età, magari proprio in famiglia.

padre e figlio

Come si vive la balbuzie in età adulta? E da bambini? E cosa accade quando in famiglia sia il papà sia il bambino soffrono di questo disturbo? Oggi vogliamo raccontarvi la storia di un papà, balbuziente dall'età di 4 anni, e di suo figlio Marco, 14enne anche lui balbuziente. Entrambi soffrivano dello stesso disturbo e della stessa fatica, del medesimo dolore, di fronte a una condizione che può davvero creare difficoltà. Ma per fortuna ci sono degli strumenti utili per poter superare ogni ostacolo, magari insieme come hanno fatto loro.

Massimiliano Malanca è un uomo di 48 anni di Lainate: lavora in un'azienda farmaceutica ed è personal trainer di bodybuilding. Lui sottolinea che la balbuzie non è un fattore di testa, ma fisico, che ha come conseguenza quella di diventare insicuri e timidi. Quando vedeva il figlio piangere, perché soffriva dello stesso disturbo, si sentiva impotente, perché sapeva benissimo cosa il suo Marco stava affrontando.

Ma la balbuzie si può fermare, si può superare, basta rallentare.

Noi balbuzienti non vogliamo nasconderla la balbuzie, non vogliamo parlare in modo differente, vogliamo parlare come siamo capaci. Se corri la balbuzie ti raggiunge, se vai ancora più veloce la balbuzie ti ferma.

Come si cura la balbuzie


Esistono tanti metodi utilizzati per curare la balbuzie, ma una cura mirata e personalizzata è quella che di solito viene consigliata. Massimiliano ha deciso di affidarsi al metodo Muscarà, di Giovanni Muscarà, fondatore di Vivavoce Institute di Milano. A fine 2017 papà e figlio hanno iniziato un percorso insieme; ora non smettono più di parlare, Marco è sereno e sicuro e lo è anche papà Massimiliano.

Una bella storia per celebrare la Festa del papà!

Foto iStock

  • shares
  • +1
  • Mail