Abbronzanti a protezione totale non esistono

Finalmente viene fatta chiarezza, su un grande equivoco, tutto alimentato dal fuore commerciale di vendere, è il caso dire, sulla pelle dei consumatori. Da un punto di vista tecnico cosmetologico, abbronzanti a protezione totale, oltre ad essere una castroneria dal punto di vista chimico, sono una pubblicità ingannevole. Ne parla Quotidiano Net Salute.

E' quanto ha stabilito la Commissione Europea, proibendo l'utilizzo di etichette dove ci siano le parole schermo totale o protezione totale. Chiaramente non si discute l'efficacia e l'importanza di proteggersi dal sole e di utilizzare correttamente gli abbronzanti, ma deve essere chiaro al consumatore che nulla protegge in maniera totale. Le regole sono semplici per una abbronzatura sana e prolungata: abbronzarsi lentamente, utilizzare un fattore di protezione più alto di quello che ci necessita in base al fototipo della pelle e abbondare abbondare abbondare, con il doposole.

Via | Quotidiano Net Salute

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail