Le vaccinazioni consigliate alle donne prima e durante la gravidanza

Quali sono le vaccinazioni consigliate alle donne che devono fare trattamento di fecondazione assistita.

Vaccino efficacia

Quali sono le vaccinazioni consigliate alle donne che stanno per iniziare un trattamento di fecondazione assistita, hanno appena scoperto di essere incinte o sono quasi a termine? Prima di tutto ricordiamo che i ginecologi, proprio come tutti gli altri medici, consigliano di seguire indicazioni del Ministero della Salute e raccomandano la vaccinazione antinfluenzale alle donne che si trovano nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, soprattutto a quelle il cui parto è previsto per l’inverno.

Ci sono poi una serie di vaccini che devono essere fatti prima della gravidanza, come quello per la rosolia e l’epatite B. La dottoressa Daniela Galliano, Responsabile del Centro IVI di Roma, raccomanda:

“La prima è compresa nel calendario vaccinale delle bambine, ma accade che donne adulte non siano immunizzate. In questo caso si raccomanda di vaccinare e di attendere un mese prima di iniziare il trattamento di riproduzione assistita, dato che il vaccino è a virus vivi attenuati.

Durante la gravidanza, poi, si consiglia di vaccinarsi contro la la pertosse nel terzo trimestre di ogni gravidanza (idealmente alla 28a settimana) mediante il vaccino combinato difterite-tetano-pertosse.

“E’ stato dimostrato che in questo modo si proteggono i bambini minori di tre mesi da questa infezione respiratoria che può essere gravissima nel neonato. Sono invece controindicati i vaccini contro morbillo, rosolia, parotite, varicella, da un mese prima della gestazione e durante tutta la stessa, poiché potrebbero provocare un’infezione fetale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail