Artrosi cervicale, i sintomi e gli esercizi da fare a casa per stare meglio


L’artrosi cervicale si manifesta come un dolore costante, proprio al collo. Inibisce i movimenti e spesso causa anche delle fastidiose vertigini. Purtroppo le posizioni sbagliate, il lavoro sedentario e magari alcune attività pesanti (come spostare pesi) possono aver provocato una degenerazione delle vertebre, che con il passare degli anni è sfociata in un vero problema, chiamato appunto artrosi.

L’artrosi cervicale colpisce con un’incidenza maggiore le donne, ma non risparmia neanche gli uomini. Le prime avvisaglie di solito si possono avvertire dopo i 30 anni. Oltre ai sintomi che abbiamo appena accennato, non sottovalutate neppure le emicranie frequenti, soprattutto quelle che si manifestano già dalla mattina, le nevralgie del trigemino e il torpore delle braccia, soprattutto le dita.

Come si diagnostica? La cosa migliore è andare da un medico, perché potreste avere una semplice artrosi, ma magari qualcosa di più grave come un’ernia del disco. Il dottore potrebbe prescrivere degli esami come una radiografia o una tac e poi potrebbe consigliarvi di fare qualche esercizio.

Lo stretching è sicuramente molto indicato per l'artrosi. Fate quindi delle rotazioni molto lente: destra, sinistra, sopra e sotto. Ripetetele 5 volte per lato. Poi fate girare la testa cinque volte in senso orario e cinque volte in senso alti orario. Altrimenti pensate di disegnare tutti i numeri da zero a 9 con la punta del naso. Appoggiate poi i palmi delle mani sulla fronte e spingete con forza. Questo movimento serve a stimolare la muscolatura del collo.

Foto| Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail