Psicologia: la gelosia ai tempi dei social media

Uno studio ci spiega come funziona la gelosia ai tempi di internet.

Tradimento web

Psicologia – La gelosia causata da messaggi compromettenti inviati tramite chat e social network, è differente rispetto a quella scatenata da cause esterne al mondo di internet? E’ a questa domanda che hanno cercato di rispondere i membri della Cardiff Metropolitan University, che in uno studio pubblicato sulla rivista Evolutionary Psychological Science hanno coinvolto un campione di 21 studenti e di 23 studentesse, mostrando loro dei messaggi di Facebook immaginari, tramite i quali i partecipanti avrebbero scoperto che il loro partner li aveva traditi (in modo esclusivamente emotivo o anche in modo fisico).

Gli esperti hanno quindi chiesto ai partecipanti come si sentissero dopo aver “scoperto” il tradimento da parte del partner, ed esaminando i dati avrebbero constatato che gli uomini si sentivano più angosciati quando leggevano messaggi sui social media che rivelavano l'infedeltà sessuale piuttosto che quella emotiva da parte della propria compagna.

Le donne sarebbero state invece più sconvolte di fronte a un tradimento emotivo, piuttosto che da un tradimento sessuale. Le donne sarebbero state inoltre più turbate di fronte a una potenziale rivale che scrive messaggi emotivamente compromettenti nei confronti del partner, mentre per quanto riguarda gli uomini, a turbarli maggiormente sarebbe il fatto che la loro partner potesse inviare messaggi che palesavano un tradimento di tipo fisico.

via | ScienceDaily

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail