Punture di insetti, come fare contro il gonfiore eccessivo e il rossore

Alle volte le punture d'insetto possono provocare dei pomfi molto grandi e gonfi, prurito e rossore eccessivi. Scopri i rimedi!

Punture di insetti: gonfiore eccessivo

Le punture di insetti possono essere provocate non solo dalle temibili e fastidiose zanzare tigre, ma anche da insetti come pappataci, ragni, zecche e molti altri. In alcuni casi la reazione cutanea può sembrare eccessiva e manifestarsi come un gonfiore eccessivo e un rossore permanente accompagnato da prurito.

Ecco allora cosa fare in caso di gonfiore eccessivo:


  • Estrarre il pungiglione: se un pezzo del pungiglione d'ape, zanzara o di un altro insetto rimane dentro il pomfo provocato dalla puntura, occorre estrarlo con cautela dopo aver disinfettato la zona. Puoi usare un paio di pinzette disinfettate con l'acqua ossigenata o con il fuoco. 

  • In caso di gonfiore, un ottimo rimedio è quello di applicare dell'acqua fredda, del ghiaccio o qualsiasi fonte di freddo. Se non hai del ghiaccio sotto mano, un ghiacciolo o un surgelato vanno bene lo stesso!

  • In alcuni casi, come ad esempio per le punture di zanzara, si può applicare una goccia di ammoniaca. Attenzione, però, in molti casi questa pratica viene sconsigliata perché può diffondere il veleno iniettato.

  • Se ce l'hai a disposizione, applica una crema o una pomata antistaminica.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO