Correre: 4 miti da sfatare

Vorreste andare a correre, ma non siete sicure che si tratti di uno sport adatto a voi? Ecco quali sono i miti da sfratare che riguardano la corsa.

Andare a correre

Vorreste andare a correre, ma non siete sicure che si tratti di uno sport che fa per voi? Purtroppo molto spesso crediamo a dei falsi miti che riguardano l’attività sportiva, e in particolar modo la corsa, che ci impediscono di allenarci come e quando vorremmo. Per questa ragione, oggi vogliamo smentire alcune false credenze, per permettervi di inserire questo tipo di attività fisica nella vostra routine quotidiana senza dubbi o paure. Cominciamo:

  • Andare a correre fa male alle ginocchia: nessuno studio o ricerca indica che la corsa fa male alle ginocchia. Tuttavia, se soffrite di artrosi o di altri tipi di dolore al ginocchio, potrebbe essere necessario parlare prima con il proprio medico, per non correre rischi.

  • Per migliorare le proprie performance, bisogna andare a correre ogni giorno: in realtà diverse ricerche dimostrano che è sufficiente andare a correre due o tre volte alla settimana per ottenere qualsiasi miglioramento nelle proprie prestazioni atletiche.

  • I chilometri sono la sola cosa che conta: se andare a correre fa parte della vostra routine generale di benessere, allora non importa quanti chilometri correte. La cosa importante è alzarsi dal divano e andare a correre.

  • Chi va a correre può mangiare ciò che vuole: questo è un grande errore. Non si può mangiare quello che si vuole solo perché si va a correre e si bruciano più calorie. È comunque necessario seguire una dieta equilibrata e sana.

Detto questo, non vi rimane a questo punto che dare un calcio alla pigrizia, indossare tuta e scarpe da tennis e andare a fare una bella corsetta!

via | Health.clevelandclinic.org

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail