Tatuaggi, consigli per farli in estate

Qualche consiglio per chi sceglie di farsi tatuare in estate, con il caldo e magari le vacanze alle porte.

Tattoo master protective gloves make a tattoo in black ink on the hand of the girl. Close-up.

Per anni si è creduto che fosse meglio fare i tatuaggi in inverno, nella stagione fredda. In realtà, questi speciali disegni sulla pelle si possono fare anche in estate, seguendo alcuni importanti consigli. Ecco i suggerimenti dell’esperto Claudio Pittan:

“L’unica cosa importante è rispettare le corrette norme di igiene e di protezione, valide in ogni stagione dell’anno, e usare sempre buonsenso. Anzi, spesso è meglio farsi tatuare d’estate che non d’inverno. L’unica vera regola che mi sento di dare, indipendentemente dal periodo dell’anno in cui decidere di fare un tatuaggio, è quello di scegliere uno studio di tattoo che rispetti tutte le norme igieniche e sanitarie, oltre a un tatuatore referenziato”


  • Il tatuaggio guarisce meglio in estate perché la pelle – non coperta dagli abiti – respira meglio
  • In inverno spesso il corpo è trascurato e disidratato: in estate si usano più creme, che sono una panacea per i tatuaggi.


  • Il periodo critico dopo aver fatto il tatuaggio dura una settimana.


  • Proteggere il tatuaggio dal sole con filtri solari sempre (anche se è un tatuaggio di vecchia data


  • Se il tatuaggio crea una crosticina usare una crema neutra al pantenolo o prodotti equivalenti ed evitare il contatto con l’acqua di mare o il cloro delle piscine

  • .

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail