Botulino, 5 regole per difendersi dal batterio delle conserve

Come ci può difendere e soprattutto prevenire l’intossicazione da botulino che può essere anche fatale.

Parabeni nelle marmellate

Il botulino è un vero e proprio killer silenzioso, che si nasconde nelle conserve (salamoia e sott’olio) e nelle marmellate. In Italia si registrano ogni anno mediamente 20-30 casi, 5 dei quali mortali. Come ci si può difendere?


  • Assicurare l'igiene personale e della cucina
  • Ispezionare bene le materie prime: mai usare quelle 'che stanno quasi per andare a male'. Sanificare correttamente i contenitori: non basta lasciarli per un paio di minuti in acqua bollente, ne servono 5-10.
  • Una volta aperti, vanno conservati in frigo e per poco tempo, variabile a seconda del preparato: da poche settimane per la salamoia a quasi 2 mesi in caso di sottaceti.
  • Meno a rischio sono le marmellate, per via dell'acidità della frutta e dello zucchero che costituiscono un terreno in cui è più difficile per il batterio proliferare.
  • Intervenire urgentemente con siero antibotulinico può salvare la vita, perché l'intossicazione può causare arresto cardiaco e respiratorio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail