Come proteggere gli occhi in estate

Scegliere gli occhiali da sole giusti in estate è fondamentale per proteggere gli occhi dagli uva.

Stylish blonde looking at camera on the beach on a sunny day

Proteggere gli occhi in estate è importante: i raggi sono forti e la vista ne può risentire. Solo il 15% degli italiani utilizza sempre gli occhiali da sole, mentre il 30% li indossa raramente. Quanto alle categorie a rischio, il 60% dei bambini non indossa lenti scure e tra gli anziani questa percentuale cresce spaventosamente.

La Commissione Difesa Vista Onlus ha lanciato l’ App Sole Amico, in cui si possono trovare consigli sui filtri solari e sulle lenti per la protezione di pelle e occhi. Ecco quindi un decalogo per la salute degli occhi:


  • Acquistare gli occhiali presso centri ottici, facendo riferimento a professionisti del settore che possano suggerirvi la scelta corretta anche in base alla vostre esigenze, consigliandovi le lenti più adeguate. Non affidarsi invece ad ambulanti o negozi non specializzati che vendono occhiali da sole con presunte protezioni ai raggi UV (totalmente o parzialmente inadeguate).
  • Scegliere l’occhiale da sole in base: all’utilizzo che se ne deve fare, ai luoghi dove intendiamo recarci in vacanza o per un viaggio e all’attività sportiva che si pratica (sci, vela, ciclismo, golf, guida, ecc..)
  • Ridurre al minimo l’esposizione al sole dalle 10 del mattino alle 4 del pomeriggio e avere sempre un “occhio di riguardo” per bambini e terza età.
  • Per chi ha difetti visivi è bene sapere che per i miopi è preferibile il colore marrone delle lenti da sole, mentre per gli ipermetropi è meglio il grigio-verde e che le lenti possono essere sia graduate sia progressive.
  • La montatura deve essere ben aderente alla radice del naso, preferire occhiali ampi (sopra il sopracciglio, un po' arcuati) e utilizzarli assieme a un cappello con visiera, per un migliore effetto protettivo.
  • Ricordarsi di indossare gli occhiali anche all’ombra, perché i raggi solari, in particolari condizioni di incidenza su alcune superfici, quali sabbia o altre superfici riflettenti, risultano dannosi anche se filtrati.
  • Anche con il cielo nuvoloso vanno portati gli occhiali da sole poiché filtra comunque il 70% dell’UV e in questo caso, rispetto al sole diretto, l’irraggiamento è più disomogeneo e quindi più fastidioso.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail