Gli 8 grani antichi più importanti per la salute

Quali sono i grani antichi e per quale motivo sono importanti? Eccone 8 da imparare a conoscere con attenzione.

Tail of a mixed breed Golden Retriever-Poodle in a field, Kent

Mangiare bene e sano significa variare quanto più possibile la propria alimentazione. Per questo motivo ADI, l’ Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica, ha creato una clinica per conoscere meglio i grani antichi, prodotti molto importanti dal punto di vista nutrizionale.


  • TIMILÌA: è una farina integrale, di origine siciliana dall’alto valore proteico. È legata soprattutto alla produzione del cosiddetto “pane nero” dall’inconfondibile colore scuro e dall’aroma dolce e intenso.
  • RUSSELLO: antico grano duro siciliano, grazie alle sue proprietà, il pane prodotto era in grado di rimanere morbido anche per un’intera settimana.
  • MAIORCA: antico grano tenero siciliano dalla pianta esile ed aspra, matura velocemente dai terreni aridi e strappa una morbidissima farina bianca indicata soprattutto per fare dolci o pani particolari.

  • SOLINA: è il frumento tenero tipico delle montagne abruzzesi conservatosi sino ad oggi per le particolari caratteristiche di sapore e profumo cha conferisce al pane e alla pasta fatti in casa. Ha un basso contenuto di glutine 10-11%.

  • SENATORE CAPPELLI: antenato del grano duro moderno, negli anni ’30 - ’40, era di largo uso nelle terre di Puglia e Basilicata. Per decenni è stata la coltivazione più diffusa, fino al diffondersi delle varietà più produttive. Contiene percentuali più elevate di lipidi, amminoacidi, vitamine e minerali, nonché caratteristiche di elevata digeribilità.

  • FARRO: cereale antico consumato fin dai tempi dei romani, ha diverse varietà. Quello MONOCCO è ricco di proteine, sostanze antiossidanti e carotenoidi (B-carotene, precursore della vitamina A) e possiede un contenuto di glutine estremamente basso. Il DICCOCCO o medio, è la specie maggiormente diffusa e coltivata in Italia, ricco di fibre, proteine, sali minerali e con un basso indice glicemico. Quello SPELTA ha una farina simile a quella del grano tenero, rispetto alle altre varietà è meno digeribile.
  • ORZO: cereale dall’alto contenuto di sali minerali come: fosforo, potassio, magnesio, ferro, calcio e vitamine soprattutto E e del gruppo B.
  • KAMUT: è un marchio registrato, di proprietà dell'azienda americana Kamut, è ricco di selenio, magnesio, zinco, vitamina E, lipidi, acidi grassi, molto digeribile e con un retrogusto di nocciola.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail