I danni del fumo alla memoria

D'accordo. Lo ammetto. Contro i fumatori è ormai in corso una battaglia senza precedenti. Certo bisogna essere tolleranti ma qualcuno si ricorda in che condizioni si tornava a casa dopo una cena in pizzeria? Si puzzava peggio di un portacenere. Ora per lo meno al mattino la tua t-shirt sa di fritto misto e non più di nicotina, vuoi mettere. Dunque è stato ottimo proibire il fumo nei locali pubblici.

Però torniamo seri: il problema danni del fumo è un problema di vita o di morte. Di studi sulle malattie provocate dal fumo, anche solo passivo ce ne sono già tanti. La novità sta che, Severine Sabia, dell'Institut National de la Santé et de la Recherche Médicale, ovvero uno degli scienziati più quotati nel campo della ricerca mondiale, ha tirato fuori uno studio su nicotina, memoria e morbo di Alzheimer.

I dati sono chiari e impressionanti: fumare oltre a bruciare i polmoni, colpisce in maniera pesante la memoria, predisponendo il sistema nervoso a tutti quei disturbi, tipici della terza età avanzata, che nei fumatori incalliti, arriva vent'anni prima. Ne parla l'Ansa.

Via | Ansa.it

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail