Depressione: le frasi più usate da chi ne soffre

Ecco quali sono, secondo gli esperti, le frasi usate più spesso da coloro che soffrono di depressione.

Depressione

La depressione è un problema molto serio, un problema che può influenzare negativamente la qualità della vita di coloro che ne soffrono. Ma come fare a comprendere se una persona è depressa? A spiegarci quali sono le frasi maggiormente utilizzate dalle persone che soffrono di questa condizione è lo psicoterapeuta Giovanni Porta, il quale spiega che la depressione è una condizione mentale che porta il soggetto a concentrarsi soprattutto sulle proprie mancanze e frustrazioni.

Il mondo esterno non è che un riflesso di quello interno, e appare minaccioso e rifiutante.

spiega l'esperto

Le persone depresse si accusano spesso e volentieri di colpe passate e insufficienze, si sentono inferiori agli altri e per questo si rifugiano progressivamente in universo sempre più chiuso ed evitante, apparentemente immobile ma in realtà pieno di conflitti interni così profondi e dolorosi da farli piombare nell’apatia, modo di non sentire nulla e ripararsi indirettamente da una sofferenza ritenuta eccessiva.

Per familiari ed amici è spesso difficile riuscire a comprendere se una persona cara soffre di depressione o se sta "semplicemente" attraversando un periodo negativo, ma Porta sottolinea che spesso basta prestare attenzione alle frasi usate più spesso, per scoprire se ci troviamo di fronte a questo problema. Ecco quali sono dunque le frasi più comunemente usate dalle persone che soffrono di depressione, e come fare ad aiutare chi ne soffre:

  • Tanto non cambierà mai nulla: chi è da tempo vittima del problema della depressione tende a perdere la motivazione e la voglia di provare a cambiare le cose, e si rifugia in un immobilismo dal quale non è semplice uscire. Un modo per aiutare chi si trova in questa situazione è quello di riabituare la persona cara a fare qualcosa di bello insieme a qualcun altro, come guardare un film, o fare una passeggiata all’aperto.
  • Non valgo niente: le persone che soffrono di depressione tendono a sminuirsi, a pensare di non valere nulla, di essere incapaci, e di fronte a un’affermazione del genere è utile far sapere alla persona in questione che voi le apprezzate così come sono, anche con i loro difetti.
  • Voglio tornare quello/a di prima: chi soffre di depressione tende a concentrare troppo l’attenzione sul passato invece che sul presente. La cosa più importante da fare è quella di imparare a fare dei piccoli passi, ed offrire il proprio aiuto alla persona depressa, spiegandole che volete sostenerla durante il suo percorso di guarigione.
  • Ormai è troppo tardi: chi soffre di depressione vive spesso di rimpianti; rimpiange le occasioni perse, le sconfitte, gli obiettivi persi, e pensa che, se ha fallito una volta, allora lo farà di nuovo. Fate sapere alla persona cara che voi credete che riuscirà a raggiungere i suoi obiettivi, e che siete li per sostenerla.

Lo psicoterapeuta spiega inoltre che, oltre a fornire il proprio sostegno a una persona che soffre di depressione, è fondamentale anche evitare di utilizzare determinate frasi, come ad esempio “Dai muoviti” (la depressione non si combatte alzandosi e facendo non si sa bene cosa, ma intraprendendo un percorso psicologico con l’aiuto di persone esperte che possano aiutare chi ne soffre), oppure “Così fai stare male anche me” (facendolo sentire in colpa non farete che peggiorare la situazione).

Varie persone depresse

aggiunge inoltre ll psicoterapeuta

soffrono molto perché ritengono di non essere degne di amore, in quanto non sono abbastanza qualcosa (interessanti, intelligenti, belle, brillanti, ricche ecc.) e sfidano il mondo per dimostrare il proprio valore. La buona notizia è che non è per mancanza di valore che non vengono amate. Quella brutta è che, per ottenere l’amore che desiderano, devono fare molto più di quanto sono abituate.

L’esperto sottolinea infatti che chi soffre di depressione tende ad essere mentalmente ed emotivamente iperattivo, ma ad agire molto poco per riuscire a cambiare la propria condizione:

Di solito, pretendono ma non fanno nulla. Inoltre è fondamentale, per stare nel mondo senza soffrire in maniera eccessiva, accettare il fatto che è inevitabile fallire qualche volta, soprattutto se si hanno obiettivi ambiziosi. […] Lamentarsi, purtroppo, non cambia la situazione di una virgola. Molto più utile è prendersi la responsabilità di ciò che si vuole, arrivando a creare dei piani di azione concreti o a rinunciare, se l’obiettivo è troppo difficile da raggiungere. Rinunciare a qualcosa di impossibile non è codardia, ma l’unico modo per non buttare la propria vita in rimpianti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail