Alimentazione e tumori, quale correlazione?

Alimentazione e tumori, c'è una correlazione che ci spiega in modo esaustivo il Prof. Berrino, medico oncologo dell'Istituto Tumori di Milano.

Alimentazione e tumori, c'è una correlazione che ci spiega in modo esaustivo il Prof. Berrino, medico oncologo dell'Istituto Tumori di Milano.

Il cancro si nutre di glucosio per proliferare per cui occorre eliminare carni rosse, zuccheri e alimenti raffinati per ridurre i rischi di incorrere in patologie tumorali e per combattere quelle preesistenti.

E, come ci spiega il Prof. Berrino nel video, esiste un esame particolare, la Pet, che prevede l'iniezione di glucosio nel sangue, da una lastra si può evidenziare come il glucosio iniettato vada a concentrarsi sulle cellule tumorali.

Occorre quindi tenere basso l'indice glicemico per ridurre l'infiammazione, eliminare alimenti animali che contengono acido arachidonico infiammatorio. Anche il latte aumenta i fattori di crescita nel sangue aumentando il rischio di cancro.

Sul sito della Fondazione Veronesi tra l'altro  viene spiegato chiaramente che dai numerosi studi scientifici effettuati è emersa una precisa correlazione tra alimentazione e cancro.

Alcuni cibi possono infatti, se assunti per lunghi periodi, determinare lo sviluppo o la regressione delle cellule tumorali e che una dieta sana composta da frutta e verdura può, grazie agli isoflavoni e flavonoidi contenuti in questi gruppi alimentari, ridurre anche del 30% il rischio di incorrere in patologie tumorali.

 

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail