Sbiancare i denti con il dentifricio nero al carbone attivo

Un dentifrico nero macchia i denti? Se contiene carbone attivo è in grado di sbiancarli! Scopri come.

Il carbone attivo è un derivato del carbone vegetale che viene utilizzato in moltissimi modi: in ospedale viene somministrato durante una lavanda gastrica per eliminare le tossine ancora presenti nello stomaco, si usa come carminativo per l'eliminazione dei gas intestinali e in generale è un'ottimo depurativo.

Di recente sta spopolando sul web il dentifricio nero al carbone attivo per sbiancare i denti, ma funziona davvero? Il carbone attivo è in grado di assorbire una grande varietà di tossine e veleni ed è questa la sua principale funzione anche sullo smalto dentale. Il dentifricio al carbone attivo è in grado di eliminare batteri, tossine, scorie e macchie e sbiancare i denti.

Il dentifricio al carbone attivo ristabilisce il pH della bocca e rimineralizza i denti, ma occorre fare attenzione agli ingedienti: il dentifricio deve contenere effettivamente carbone vegetale attivo e non solo coloranti. Il carbone dovrebbe derivare da legno, bambù o da noci di cocco e non da petrolio.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 45 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO