I sintomi della tiroidite e come individuare le disfunzioni alla tiroide

tiroidite

La tiroidite è un'infiammazione della tiroide, la ghiandola situata nel collo che produce ormoni indispensabili per il controllo dell'utilizzo dell'energia da parte dell'organismo e la regolazione della sua sensibilità all'azione di altri ormoni. Ne esistono cinque forme diverse, i cui sintomi possono essere chiaramente distinguibili o, a volte molto simili tra loro: la tiroidite di Hashimoto, la tiroidite dolorosa, la tiroidite indolore, la tiroidite lignea e la tiroidite acuta suppurativa.

In generale, se l'infiammazione distrugge lentamente le cellule della tiroide si manifestano i sintomi dell'ipotiroidismo: affaticamento, aumento di peso, stitichezza, pelle secca, depressione e scarsa resistenza agli sforzi. Se, invece, l'infiammazione danneggia rapidamente la ghiandola gli ormoni in essa presenti si riversano nel sangue scatenando i sintomi tipici dell'ipertiroidismo: insonnia, ansia, palpitazioni, perdita di peso, affaticamento e irritabilità.

Per quanto riguarda le diverse forme di tiroidite, questi sono i loro sintomi principali:


  • Tiroidite di Hashimoto (detta anche tiroidite cronica). In genere inizia con sintomi molto lievi: la tiroide si ingrandisce a causa dell'infiammazione, fino a che le sue cellule smettono di produrre ormoni e si sviluppa un ipotiroidismo. A questo punto i sintomi sono affaticamento, difficoltà a concentrarsi e aumento di peso. In altri casi l'infiammazione aumenta l'attività delle tiroide, causando ipertiroidismo. Questa fase è, però, breve e, in genere, è solo il preludio allo sviluppo dell'ipotiroidismo.
  • Tiroidite dolorosa (tiroidite subacuta granulomatosa). E' caratterizzata da un dolore nel momento in cui la parte anteriore della gola viene toccata, che si può estendere anche alla mascella e all'orecchio. Se ne viene colpita solo una parte della tiroide, il dolore e il gonfiore sono localizzati solo da un lato del collo. Se non regredisce può trasformarsi in ipotiroidismo.
  • Tiroidite indolore (tiroidite linfocitica subacuta). Tipica del periodo successivo al parto, inizia con una fase di ipertiroidismo che causa un leggero rigonfiamento della tiroide, ansia e irrequietezza, difficoltà di concentrazione, insonnia e perdita di peso. Segue una fase di ipertiroidismo in cui l'ingrossamento della ghiandola è associato a stanchezza, mancanza di energia, perdita di peso e depressione. Nei casi più gravi l'ipotiroidismo può diventare permanente.
  • Tiroidite lignea (tiroidite fibrosa invasiva di Reidel). E' una forma molto rara considerata da alcuni esperti un tipo di tumore. L'infiammazione porta all'aggregazione della tiroide con i tessuti circostanti. E' caratterizzata da un indurimento della ghiandola che, nei casi più gravi, può arrivare a comprimere la trachea.
  • Tiroidite acuta suppurativa. E' una malattia rara causata da un'infezione batterica che causa la formazione di pus e ascessi nella tiroide.

Opportune analisi di laboratorio permettono di confermare la diagnosi ipotizzata in base ai sintomi.

Via | Tiroidite.it
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 8 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO