Ritoccarsi palpebre e sopracciglia: il look è out



Già costano tanto e spesso bisogna ricorrere a prestiti, se siete dei comuni mortali che timbrano il cartellino la mattina alle otto. Poi se si scopre che l'effetto collaterale peggiore non è una faccia gonfia ma un aspetto depresso, accigliato si potrebbe dire, c'è proprio da arrabbiarsi.

Si parla di interventi chirurgici, più o meno invasivi e ampi per togliere gonfiore alle palpebre, correggere la linea delle sopracciglia, insomma modificare l'aspetto non più originale dell'hinterland cutaneo dell'occhio.

I risultati di uno studio sul legame tra aspetto facciale, stato d'animo e caratteristiche caratteriali condotto da un team di ricercatori della Yale University, ha scoperto che chi si è sottoposto a questo tipo di operazioni, assume spesso, non sempre ovviamente, una espressione o meglio una mimica facciale che sembra comunicare rabbia, tristezza, agitazione.

Questo dipende dal fatto che si tende più ad esasperare il risultato ottenibile chirurgicamente, che cercare un armonizzazione tra stato della pelle, forma ossea, caratteristiche somatiche del viso. Se ne parla in Corriere Salute.

Via | Corriere Salute

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: