Psicologia: è giusto mentire ai figli sull'esistenza di Babbo Natale?

Far credere ai bambini nell’esistenza di Babbo Natale è giusto? Ecco il parere degli esperti.

Babbo Natale

Psicologia - Natale si avvicina, e con l'arrivo delle Feste, torniamo a domandarci anche quest’anno se sia giusto o meno far credere ai bambini che esiste un uomo grande e grosso, vestito di rosso e con una bella barba candida, che si chiama Babbo Natale, e che porta regali ai bambini buoni di tutto il mondo. Non è la prima volta che gli esperti si domandano se quella dell’esistenza di Babbo Natale sia davvero una storia da raccontare ancora ai nostri bambini, ed a cercare di rispondere a questa domanda sono stati lo psicologo Christopher Boyle e la ricercatrice di salute mentale Kathy McKay, i quali suggeriscono che i genitori che vogliono far credere ai propri figli nell’esistenza di Babbo Natale potrebbero essere motivati non solo dalla voglia di preservare la dolce atmosfera natalizia per i propri bambini, ma anche dal loro stesso desiderio di tornare a provare quella gioia infantile.

Detto questo, secondo gli esperti, questa bugia potrebbe compromettere la fiducia dei bambini nei confronti dei loro genitori: se mamma e papà sono in grado di mentire su una cosa così speciale e magica, possono ancora essere visti come delle persone sagge e sincere dai loro figli?

D'altro canto, dal punto di vista di noi adulti, gli esperti ritengono che quella di Babbo Natale non è altro che un esempio di come anche noi, in fondo, vorremmo poter credere che esiste davvero un mondo magico, un mondo più bello, migliore rispetto a quello in cui viviamo tutti i giorni.

Detto questo, anche voi lasciate che i vostri bambini credano in Babbo Natale? O avete scelto di dire loro la verità?

via | ScienceDaily

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail