Tachicardia, cause e rimedi

La tachicardia si verifica quando il cuore batte in modo anomalo, di solito più di 100 battiti al minuto. Può essere di diversi tipi, ma spesso risulta essere molto fastidiosa.

heart with heartbeat

La tachicardia si verifica quando il cuore batte in modo anomalo, di solito più di 100 battiti al minuto. Può essere di diversi tipi, ma spesso risulta essere molto fastidiosa.

Di solito non è grave tranne nei casi in cui è di tipo ventricolare, una frequenza di battiti così rapida del cuore da non riuscire a pompare in modo adeguato il sangue nel corpo. Questa situazione può essere indice di disturbi cardiaci anche gravi.

Negli altri casi la tachicardia può essere causata da un eccesso di stress, dall'abuso di alcol o caffeina, da una condizione di ipertiroidismo, una tiroide quindi troppo attiva, dalla pratica di uno sport particolarmente faticoso e pesante o dall'utilizzo di alcuni farmaci.

I sintomi con cui si manifesta generalmente sono le palpitazioni, il respiro corto, dolore in petto e vertigini.

Ma come rimediare quando la tachicardia diventa fastidiosa?

Se la tachicardia si presenta in modo continuativo occorre effettuare un elettrocardiogramma per monitorare la situazione ed escludere problematiche più gravi.

Negli altri casi spesso basta apportare modifiche allo stile di vita, come ridurre drasticamente caffeina e alcol, dedicarsi ad attività che riducono lo stress e cercare di dormire di più.

Nel caso questo disturbo vi impedisca anche di dormire, potete assumere delle gocce di tintura madre di biancospino o melissa, erbe dall'effetto calmante che potete consumare anche sottoforma di tisane.

A volte anche l'assunzione di alcuni farmaci per curare l'ipotiroidismo può causare tachicardia in caso di sovradosaggio.

Se la tachicardia non si presenta in modo sporadico è comunque opportuno rivolgersi al medico.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: