Yoga e alimentazione, cosa mangiare prima e dopo la sessione

La pratica dello yoga richiede alcune regole alimentari da rispettare prima e dopo la sessione.

Alternative medicine set of foot massage lotus flower needles for acupuncture aroma therapy isolated icons flat vector illustration

La pratica dello yoga richiede alcune regole alimentari da rispettare prima e dopo la sessione.

In realtà prima di fare yoga bisognerebbe essere digiuni da almeno 3 ore, questo perchè alcune asana prevedono flessioni che premono sugli organi addominali e fanno sì che il cibo venga spinto verso l'alto.

Unica concessione, un po' di frutta 40 minuti prima della sessione o al massimo un tè caldo. Se si pratica yoga al mattino può essere bene consumare succo di limone con un po' di miele appena svegli.

Dopo la sessione è meglio non consumare cibi per circa 30 minuti. Evitare comunque cibi piccanti e pesanti ed orientarsi su zuppe e frullati.

Per esempio un buon pranzo post yoga può essere costituito da un centrifugato di frutta e verdura con semi di canapa, oppure un porridge con latte di cocco o mandorla, fiocchi d'avena, frutti di bosco e noci.

Per la cena invece un buon piatto di riso integrale o basmati con tahini e verdure oppure verdure a vapore e frutta.

Come vedete la pratica dello yoga apporta vantaggi come l'acquisire buone abitudini alimentari evitando il cibo spazzatura e spostare il nostro orientamento alimentare verso alimenti più sani e leggeri.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail