Stiramento muscolare, la cura da seguire e la terapia

Scritto da: -

Con la parola stiramento muscolare, o strappo muscolare, che è la stessa cosa, s’intende la patologia traumatica più frequente e più temuta per atleti e non. Si tratta una lesione che coinvolge le fibre muscolari, e rappresenta l’interruzione della continuità strutturale di una zona del muscolo in questione, spesso accompagnato anche da ecchimosi. Ciò comporta una limitazione funzionale dell’attività contrattile del muscolo stesso, ed i seguenti sintomi: dolore alla contrazione, impossibilità delle normali funzioni, dolore sotto pressione.

In ogni caso, l’unica terapia realmente efficace è il riposo, con un periodo di stop compreso tra le due e le tre settimane che diventa fondamentale per evitare il rischio di eventuali recidive. Si potrebbe anche prendere in considerazione la possibilità di applicare impacchi freddi e di tenere immobile la parte del corpo che è stata soggetta allo stiramento, magari tramite un adeguato bendaggio.

Per quanto riguarda la terapia vera e propria, dopo le prime cure fai-da-te iniziali, è molto importante rivolgersi ad uno specialista, che sappia indicare l’eventuale necessità di eseguire esami medici specifici e potrà effettuare la prescrizione di antinfiammatori o di farmaci miorilassanti. Utili possono essere la tecarterapia e gli ultrasuoni per favorire i tempi di recupero previsti.

Via | Emedicinehealth
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 2 voti.