Traumi sportivi, 3 consigli per tornare ad allenarsi in tempi rapidi

I traumi sportivi più comuni riguardano distorsioni, stiramenti, crampi, dolori alla tibia o dislocazioni. Ma con gli opportuni accorgimenti e tanta pazienza ci si può tornare ad allenare abbastanza rapidamente.

Doctor supervising the recovery of his patient after knee surgery

I traumi sportivi più comuni riguardano distorsioni, stiramenti, crampi, dolori alla tibia o dislocazioni. Ma con gli opportuni accorgimenti e tanta pazienza ci si può tornare ad allenare abbastanza rapidamente.

Ecco 3 consigli utili per gli infortuni non particolarmente gravi:

Riposo, ghiaccio, compressione ed elevazione - Il riposo è la prima cosa da fare, mettere a riposo la parte lesa significa accelerare il processo di guarigione. Ghiaccio in caso di contusione e compressione della ferita o della parte dolorante con una benda. Elevare inoltre la parte permette di diminuire il gonfiore in modo efficace.

No all'ibuprofene o altri infiammatori- Pare che ritardino infatti il processo di guarigione, anche se al momento riducono il dolore.

Riabilitazione attiva - in molti casi, può essere utile un mix di riposo ed esercizi per riabilitare la parte lesa con l'aiuto di un fisioterapista e e per velocizzare la guarigione e tornare ad allenarsi in tempi relativamente brevi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail