Gravidanza, 5 cose che fanno più male del parto

Che siate o meno in dolce attesa poco importa, prima o poi tutte noi veniamo assalite dalla paura che il parto possa fare davvero troppo male e che sia un evento insostenibile. Ma ecco quali sono i dolori che, a quanto sembra, fanno più male del parto.

Gravidanza - Il parto fa davvero così male? Di certo non si tratta di “una passeggiata”, e di certo la futura mamma dovrà affrontare dei dolori non indifferenti, sebbene – è importante specificarlo – il dolore del parto sembra essere differente da persona a persona. Alcune mie amiche raccontano infatti di non aver sofferto poi molto, mentre per altre la situazione è stata un po’ diversa. A far aumentare la nostra paura poi, ci pensano i vari reality show che immortalano le future mamme nel momento del parto, e puntualmente ci troviamo di fronte a scene raccapriccianti, al punto da decidere, alla fine di ogni puntata, che ‘proprio no, non ce la potrò mai fare a partorire’.

La verità è che, sebbene esistano certamente dei casi più “difficili”, è vero anche che gli show in questione nascono per impressionare, e ci riescono perfettamente! In realtà, come abbiamo detto, ogni donna è un mondo a sé.

Ma fatta questa premessa, quali saranno – secondo le mamme – le condizioni che fanno più male di un parto?

Scopriamole insieme:

  • Ossa rotte: secondo molte donne, le ossa rotte (soprattutto una caviglia rotta) fanno più male rispetto al mettere al mondo un bambino


  • Emicrania: questo disturbo può durare per giorni, e comportare un dolore implacabile. Ci sono anche sintomi che accompagnano un attacco di emicrania, come nausea, vomito e forte sensibilità alla luce
  • Calcoli renali: per molte donne, il parto è più “facile” del dover convivere con i calcoli renali, e in molte affermano che "i calcoli renali sono quanto di più vicino esista al parto per un uomo”
  • Nevralgia del trigemino: si tratta di un disturbo che provoca un dolore lancinante
  • Neuropatia del pudendo: è una malattia rara e davvero molto dolorosa che interessa la zona pelvica e che rende difficile anche solo stare seduti

Detto questo, la buona notizia è che, quando si parla di parto, ci sono molti modi per affrontare il dolore, metodi che comprendono le tecniche di rilassamento, il parto in acqua, l'anestesia epidurale e così via. La prossima volta che ci troveremo a domandarci se il parto non sia un’esperienza troppo difficile da affrontare, dovremo ricordare quindi che c’è certamente di peggio, e che – in ogni caso – il dolore provato durante il parto è solo temporaneo.

via | BabyGaga, VeryWell,

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail