Lavorare da casa, cosa mangiare in pausa pranzo?

Chi lavora abitualmente in casa ha sempre il frigo a disposizione, ma svolgendo un lavoro totalmente sedentario, nasce l'esigenza di non appesantire l'organismo.

Woman hands writing in notebook and boy playing

Chi lavora abitualmente in casa ha sempre il frigo a disposizione, ma svolgendo un lavoro totalmente sedentario, nasce l'esigenza di non appesantire l'organismo.

Lavorare da casa spesso significa dover gestire una serie di incombenze che non sono solo lavorative, ma che finiscono per coinvolgere anche la famiglia.

Il lavoro da casa può rappresentare un'arma a doppio taglio perchè se non si riesce a gestire il tempo in modo corretto, quindi imponendosi un orario da rispettare anche per la pausa pranzo, si finisce per sgranocchiare quello che c'è nel frigo nella fretta di tornare alla scrivania perchè magari presi da un progetto o da una telefonata improvvisa.

La parola d'ordine è quindi pianificare, ma questo riguarda anche i pasti.

Cosa mangiare allora?
Cibi ricchi di fibre che inducono sazietà e quindi vi evitano tentazioni fuori pasto "pericolose". Mele, cereali e frutta secca al mattino per esempio, vi aiuteranno ad arrivare a pranzo non troppo affamati.

Per pranzo una bella insalata con cruditè e delle proteine come pollo alla piastra o un paio di uova. Bevete molta acqua anche durante il giorno.

A cena un piatto di verdura cotta con del pesce o un bel minestrone con una tisana serale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail