Insonnia, un business dei sogni d'oro? L'utilità di farmaci e materassi miracolosi

I nostri problemi di insonnia non fanno altro che alimentare un mercato sempre più fiorente. Gli italiani insonni sono tantissimi e le vendite di materassi ad acqua, pilloline e rimedi miracolosi aumentano.

Woman and her drugs for depression

Lo stress, la vita frenetica a cui siamo sottoposti quotidianamente e ora anche le preoccupazioni relative alla perdita del lavoro, alla precarietà non fanno che rendere difficile dormire sonni sereni.

Ecco allora che presi dalla disperazione ci si rivolge alla pillolina, all'ansiolitico che finisce però per dare assuefazione e dipendenza oltre che alimentare il mercato dei farmaci a dismisura. Il cerottino per non russare e dormire meglio, il materasso e il cuscino miracoloso che ci garantiscono di scivolare tra le braccia di Morfeo nel modo più soft possibile, tutti espedienti che il più delle volte servono a far guadagnare chi li produce.

Un business d'oro dunque, ma gli italiani cadono di fronte alle pubblicità sulle riviste, alle televendite, senza pensare che basterebbe rivolgersi ad un centro del sonno, un centro neurologico per venirne fuori senza rischiare il portafoglio e spesso anche la salute.

Esistono tanti rimedi naturali per combattere il problema, ma la soluzione più ovvia sarebbe quella di rivolgersi al medico. Anche perchè dormire male e poco non fa che renderci nervosi, accelerare la degenerazione cognitiva e senza contare che adesso i disturbi del sonno vanno a influire sul rinnovo della patente di guida.

Difatti la maggioranza degli incidenti sul lavoro e alla guida avviene proprio perchè si dorme poco e male. Invece di imbottirci di farmaci che hanno effetti collaterali non da poco, meglio risolvere a monte il problema e magari ripiegare sulla vecchia camomilla o sui rimedi della nonna.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail