Svezzamento vegano, i consigli della Dottoressa De Petris

Svezzare un bambino con la dieta vegana si può. Secondo la Dott.ssa De Petris, nutrizionista presso l'Ospedale San Raffaele di Milano, è opportuno però adottare alcuni accorgimenti e seguire delle regole.

Svezzare un bambino con la dieta vegana si può. Secondo la Dott.ssa Michela De Petris, nutrizionista presso l'Ospedale San Raffaele di Milano, è opportuno adottare alcuni accorgimenti e seguire delle regole.

Ad un bambino almeno fino al primo anno di età non andrebbero somministrati alimenti di origine animale.

Ben venga l'allattamento con il latte materno, da proseguire volendo anche fino a 3 -4 anni di età. In questo modo si rinforzano le difese immunitarie del bambino.

La dieta deve essere composta da alimenti in parte solidi e in parte liquidi. La Dot.ssa consiglia il brodo di verdure, tolte le verdure però in quanto contengono fibre non gestibili dall'organismo dei bimbi molto piccoli, e una parte di crema di cereali del tipo senza glutine, mais, riso e pseudo cereali come quinoa, grano saraceno.

I legumi vanno passati e somministrati nella dose di 1 o 2 cucchiai. Una parte importante nello svezzamento è data dall'olio di semi di lino, ricco di omega 3 e dall'olio di sesamo ricco di calcio.

L'olio di semi di lino tuttavia, va acquistato già refrigerato e conservato in frigorifero per non subire l'alterazione dei principi nutritivi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail