Alimentazione e sport, i consigli del Dott. Mozzi

Alimentazione corretta e sport rappresentano un binomio essenziale soprattutto per chi deve perdere peso e restare in salute.

Spesso anche gli sportivi, nonostante abbiano bisogno di un surplus di calorie superiore rispetto a chi non fa sport, commettono errori alimentari. Errori che poi si pagano a lungo termine con l'insorgenza di patologia anche gravi come i tumori e l'infertilità maschile e femminile.

Uno degli errori alimentari più gravi secondo il Dott. Mozzi, e in verità secondo anche altri nutrizionisti, è quello di bere latte. Il latte di mucca, pecora o capra non è assolutamente adatto all'organismo umano e il Dott. Mozzi ci fa un esempio eloquente. Perchè i mammiferi utilizzano il loro di latte mentre solo l'uomo si nutre di altri tipi di latte?

Latte e formaggi vanno eliminati. Spesso è proprio l'assunzione di latte e derivati che causa infiammazioni nell'organismo e inoltre, secondo il Dott. Mozzi, l'assunzione di latte provoca una carenza e un malassorbimento di vitamine e minerali tale spesso da determinare anche caduta di capelli.

Il consumo di latte è alla base di tumori ossei e osteoporosi e nonostante questo spesso i medici continuano a consigliare di bere latte e mangiare formaggi affermando che il latte fa bene alle ossa. Un mito da sfatare dunque e quindi da adottare nuove regole alimentari che spazzano via un po' di luoghi comuni. Eliminazione di latte e latticini equivale quindi ad un incidenza minore di patologie tumorali.

Molti sportivi di professione spesso avvertono cali di performance elevati proprio a causa di cattiva alimentazione e abbinamenti alimentari scorretti. Per esempio l'abbinata zuccheri/farine, il consumo di latticini. E difatti cambiando alimentazione e consumando gli alimenti giusti il rendimento migliora notevolmente.

Dietro la diffusione di SLA tra gli sportivi, sclerosi laterale amiotrofica, una degenerazione del sistema nervoso progressiva per cui non esiste terapia, c'è una colite causata da squilibri della flora batterica intestinale e quindi abbassamento delle difese immunitarie. Tutto questo causato da una combinazione di zuccheri, dolcificanti e maltodestrine.

Questa grave patologia dovrebbe essere diagnosticata ai primi stadi per poter intervenire sull'alimentazione e cercare di frenarne il decorso.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail